Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 20 luglio 2019 (321) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Festival di Musica Sacra
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Open Day al Vittadini
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1206 del 7 luglio 2003 (2191) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Capercaille a Bobbio
Capercaille a Bobbio

In piazza San Colombano, alle spalle del monastero di Bobbio, in una cornice che definire suggestiva è dir poco, Venerdì 4 e Sabato 5 Luglio si sono tenuti due concerti di musica celtica nell'ambito della rassegna Suoni dell'Altro Mondo.

Sono salito lungo la Valle Staffora per andare ad ascoltare il concerto di Sabato, quello dei Capercaille.

I Capercaille, nativi di Argyll (nelle ''highlands'' scozzesi), dal 1984 hanno inciso 8 album, vinto un premio Award e apparsi nel film Rob Roy.

La caratteristica musicale di questo gruppo è quella di salvaguardare le tradizioni della musica gaelica pur rinnovandone le sonorità e i ritmi.

I Capercaille

La voce solista è quella della brava Karen Matheson, accompagnata da Manus Lunny (bouzouki), Charlie McKerron (violino), Donald Shaw (Fisarmonica, tastiere), Michael McGoldrik (flauto, cornamusa), David Robertson (percusioni), Che Beresford (batteria) e Ewen Vernal (basso) un tempo con i Deacon Blue.

Devo riconoscere che la voce della Matheson si è rivelata veramente interessante e la bravura dei musicisti indiscutibile.

Karen Matheson

Così come intrigante è la commistione di antico e moderno che il gruppo riesce ad intessere con l'uso delle tastiere, di un basso e una batteria quasi Fusion, mentre gli intrecci tra violino, fisarmonica e cornamusa si inerpicano lungo i tradizionali canali virtuosistici tipici della musica celtica.

Bravi, decisamente bravi...solo che dopo un'ora e mezza di concerto le canzoni cominciavano a sembrarmi tutte uguali.

Questo forse è il limite di una musica ''di genere'' che, però, eseguita dai Chieftains, non appariva tale.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 07/07/2003 (1206)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool