Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 19 luglio 2019 (274) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Birrifici in Borgo
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Risate Solidali
» Giornata del Naso Rosso
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Presentazione inutile
» Open Day al Vittadini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
» Presentazione inutile
» La bellezza della scienza
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Pillole di... fake news
» Walking the Line
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 12037 del 14 novembre 2013 (2711) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il segreto della vita
Il segreto della vita

“Il segreto della vita” è una serie di eventi a carattere culturale e spettacolare che hanno l'obiettivo di valorizzare l'opera di "Maino" (nome di battaglia derivato dal nome di una casa produttrice di biciclette, sottomarca della famosa "Legnano"), già comandante della Divisione garibaldina Antonio Gramsci e intelligente imprenditore, che il prossimo 25 novembre compirà cento anni.

Supportata da un ampio ventaglio di enti che hanno dato il loro patrocinio (l'Istituto pavese per la storia della Resistenza, ANPI Lombardia, ANPI della Provincia di Pavia, di Varzi e Zavattarello, l'ANED provinciale, i Ragazzi di Torre degli Alberi e la Fototeca storica nazionale Gilardi di Milano), l'iniziativa si snoderà attraverso visite guidate, concerti, presentazione di docu-film e tavole rotonde.

Partigiano intellettuale insieme a Italo Pietra e Paolo Murialdi, e al contempo figura di grande umanità e prestigio, Luchino Dal Verme si è contraddistinto per la sua statura morale, e per la capacità di saper unire partigiani di diverso orientamento mantenendo un saldo contatto con la popolazione locale. Dopo aver liberato Casteggio, il 27 aprile 1945 fu tra i primi ad entrare a Milano con la sua Divisione acclamata da ali di folla.
Sollecitato da più parti ad entrare nella Costituente, nel dopoguerra Luchino Dal Verme preferì ritornare in famiglia, a Torre degli Alberi in Oltrepò Pavese, per dedicarsi all'allevamento di pulcini e vitelli. Oggi, grazie alla ricerca e a tecnologie d'avanguardia, non disgiunte da una lungimirante valorizzazione del capitale umano e sociale, l'azienda Dal Verme costituisce un esempio d'eccellenza nel campo della zootecnia in un territorio economicamente fragile e non sempre permeabile all'innovazione.

Insieme all'instancabile attività di imprenditore, dal Verme è da sempre impegnato in una strenua difesa dell'Oltrepò pavese, della sua storia e delle tradizioni. Numerosissimi, in questi decenni, gli incontri pubblici, soprattutto con gli studenti ai quali ha trasmesso il valore della democrazia, della memoria storica e del dialogo intergenerazionale.

L'happening si aprirà nel pomeriggio di sabato, a Torre degli Alberi, con una visita guidata all'azienda del conte guidata da Camillo Dal Verme, figlio di Luchino e attuale conduttore dell'impresa insieme al cugino Filippo. Alle 16, presso il ristorante la Pineta si terrà la performance Buon compleanno Luchino! a cui prenderanno parte Coro ingrato (di Milano) con un programma di canti partigiani, Appennino string quartet che eseguirà un repertorio di pregevoli musiche da ballo della collina pavese, e infine, il duo Donata Pinti e Paolo Ronzio che proporrà Canzoni ribelli, una intensa sequenza di canzoni della Resistenza.
La manifestazione proseguirà con 100 studenti x 100 anni, consegna di un omaggio simbolico a Maino da parte di due studenti, di Ruino e Valverde, accompagnati dai rispettivi sindaci: un cartoncino con una foto di Luchino dal Verme in cammino su un prato collinare, firmata da oltre 100 studenti dell'Oltrepò pavese.

Alle 21, a Zavattarello, presso il Palasport, si terrà l'evento Nessuno li aveva chiamati: concerto per Maino di Baraban, storico gruppo folk italiano che da oltre 10 anni porta nei suoi concerti dedicati alla Resistenza la pregnante e irresistibile testimonianza in video di Luchino Dal Verme. Spente le luci, saranno proprio la parole del conte ad introdurre lo spettacolo rievocando l'autunno del 1944 quando i tedeschi invasero e saccheggiarono il castello di Torre degli Alberi e scrissero su una finestra "Conte, sei un partigiano!". Con momenti di grande impatto emotivo, lo spettacolo intreccia la testimonianza in video di Maino, a canti e musiche -- da "Eurialo e Niso" a "Fischia il vento", brani rom e arie della tradizione ebraica, fino a "Oltre il ponte" di Italo Calvino e a "Bella ciao" -- alla lettura di straordinarie pagine di Italo Pietra su Maino e la Resistenza in Oltrepò pavese. Lo spettacolo sarà preceduto dallo slide show Ritratti partigiani curato dalla Fototeca storica nazionale Gilardi.

Domenica 17, alle ore 10, la manifestazione proseguirà nel Municipio di Valverde dove verrà proiettato in anteprima il docu-film Le cento primavere di Maino, un emozionante ritratto di Luchino Dal Verme realizzato da Aurelio Citelli. A seguire, Dialoghi: Luchino dal Verme: scelte, memorie, saperi a cui prenderanno parte Pierangelo Lombardi, direttore dell'Istituto pavese per la storia della Resistenza e dell'etaà contemporanea, Tullio Montagna, presidente dell'ANPI regionale, l'etnografo Marco Savini e Camillo Dal Verme. 
 
 Informazioni 
Dove: a Torre degli Alberi, Zavattarello e Valverde (PV)
Quando: sabato 16 e domenica 17 novembre 2013
 
 
Pavia, 14/11/2013 (12037)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool