Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 22 marzo 2019 (530) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile
» "Hors d'Oeuvre"Assaggi di opere ed artisti dalla Permanente di Milano
» L’eccezione del blu/ frammenti di William Xerra
» Uliano Lucas. La vita e nient'altro
» Mino Milani: una città, la guerra, la giovinezza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» Incontro con Paolo Rumiz
» Pavia in poesia 2019
» L'estetica del vero
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» PaviArt - Settima edizione
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» Pi Greco Day 2019
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» L'energia dei segni e dei sogni
» Scrivere Storie
» Sudario Brando: Live painting
» Festival del Dialogo tra Uomini e Donne
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 11914 del 16 settembre 2013 (2931) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dieci X Pavia
Dieci X Pavia
Arte, cultura e impegno sociale, questo è il principale obbiettivo di Dieci x Pavia, la mostra che riunisce insieme poesia, fotografia e video, in una sinfonia composta e recitata dai cosiddetti “senzatetto”. “Dieci” è la chiave di volta, è il numero totem di questa mostra, perché dieci sono le poesie, dieci gli scatti e dieci gli attori homeless (tra i venti e i settant’anni) che si sono offerti di recitare.
 
Organizzata dal Settore Cultura del Comune di Pavia con la Biblioteca Civica Bonetta, Dieci x Pavia inaugura giovedì sera nel cortile della Biblioteca Bonetta, e rimarrà aperta al pubblico fino al 3 ottobre.
 
La mostra presenta dieci poesie scritte dal regista, montatore e scrittore Luca Gasparini, allestite su altrettanti pannelli di grandi dimensioni e accanto, a fare rima con il testo scritto, compaiono dieci scatti del fotografo, critico cinematografico e videomaker Roberto Figazzolo
 
A rendere la scena viva, tangibile e penetrabile, come un fil rouge che tiene insieme le diverse parti del racconto, è poi il cortometraggio Dieci letture illustrate (della durata di 12 minuti), realizzato per l’occasione a quattro mani da Roberto Figazzolo e Luca Gasparini, che verrà proiettato in loop, accompagnando il visitatore durante la mostra.
 
Il filmato mette in scena le fotografie di Figazzolo e le letture delle poesie di Gasparini, recitate da dieci attori non professionisti, uomini e donne tra i venti e i settant’anni che, oltre a un talento nascosto per il teatro, hanno in comune il fatto di non possedere una casa, e di ritrovarsi tutti i giorni (o quasi) alla Comunità In & Out della Casa del Giovane di Pavia di Don Enzo Boschetti (una struttura semi-residenziale pedagogico riabilitativa, che ha come scopo principale quello di sostenere le persone attraverso la costruzione di uno stile di vita equilibrato e dignitoso).
 
Angelo Casarin, Simone Tronconi, Radi Abrhaim, Salvatore Ferrone, Pietro Calligher, Carmelo Bulla, Renata Andreoni, Piero Allasia, Sergio Maneschi, Valentin Catali Radoi, protagonisti del cortometraggio, hanno partecipato al progetto “Teatro Spazio Aperto” della Casa del Giovane di Pavia, Comunità In & Out, a cura di Bruno Cerutti, Anna Maria Demuro, Elena Raschini, e saranno presenti insieme a Luca Gasparini e Roberto Figazzolo durante il vernissage della mostra. Per l’occasione, la Casa del Giovane ha fatto stampare un volume, che raccoglie le poesie, le fotografie e un dvd del cortometraggio.
 
 
Luca Gasparini
 
Nato a Bergamo nel 1958, laureato in Storia e critica del cinema all’Università di Torino, Luca Gasparini ha vissuto e lavorato a Torino e Bari; ora risiede a Roma.
Montatore cinematografico e regista, ha collaborato tra gli altri con Guido Chiesa, David Christensen, Davide Ferrario, Daniele Gaglianone, Vincenzo Marra, Daria Menozzi, Costanza Quatriglio, Giovanna Taviani, Daniele Vicari. È membro dell’Accademia del Cinema Italiano e docente alla Scuola di Cinema “Gian Maria Volontè” di Roma, e al Centro Sperimentale Cinemarografia, Roma.
Come regista ha realizzato i seguenti film: “Uso improprio”, lungometraggio documentario, 2008, co-regia con Alberto Masi; “Al momento giusto. Scuola popolare di Musica di Testaccio”, lungometraggio documentario, 2005; “Passano i soldati”, documentario, 2001; “Bajram”, documentario, 1999, co-regia con Daniele Vicari; “Tempi moderni. CCCP – Fedeli alla linea”, documentario, 1989; “Orizzonti di gloria”, documentario, 1985, co-regia con Luca Pastore.
Negli anni Ottanta inizia a scrivere occasionalmente e con sistematicità dal 2009. Recentemente ha vinto il Premio Internazionale Mario Luzi 2012/2013, Sezione di Poesia inedita.
 
 
Roberto Figazzolo
 
Nato a Casale Monferrato nel 1963, si laurea in Lettere moderne all’Università degli Studi di Pavia, città che ha scelto di adozione.
Fotografo, critico cinematografico, docente di Lettura e Analisi filmica, videomaker, dal 2000 inventa e diventa direttore artistico di “Sguardi Puri registi/film, critici/workshop a Pavia”.
Tra le sue pubblicazioni si annoverano: “Roberto Figazzolo – Il Teatro oggi”, contributo fotografico a “Il Teatro Fraschini di Pavia”, a cura di Susanna Zatti, Skira 2009; “Scordia080396 – fotografie di roberto figazzolo”, Antares Edizioni, 1996; “Una giornata con Edgar Reitz a Pavia”, Cinetica Film Club, 1994.
“In realtà io vivo continuamente nella mia infanzia e abito sempre nel mio sogno: di tanto in tanto, faccio una piccola visita alla realtà”. Mi riconosco assolutamente in questa frase di Ingmar Bergman – dichiara Roberto Figazzolo –. Da piccolo avrei voluto vivere su di un’isola deserta, poi, un po’ più grande, mi sarei accontentato di girare il mondo con una macchina fotografica al collo. La scoperta del cinema, dove alla finestra (o finestrino) si sostituisce lo schermo, e l’imporsi delle tecnologie video mi consegnano uno strumento nuovo. Il tema rimane lo stesso: provare a “vedere” e poi a “comunicare” la realtà che mi circonda. Sempre ammesso che a qualcuno interessi…Perché, come dice Frenando Pessoa: Non sarò mai niente. Non posso voler essere niente. A parte questo, ho in me tutti i sogni del mondo”. 

 

 
 Informazioni 
Dove: Cortile Biblioteca Bonetta, Piazza Petrarca - Pavia
Quando: dal giovedì 19 settembre (inaugurazione ore 18.00) al 3 ottobre  2013. Apertura da lunedì, martedì, giovedì, venerdì dalle 13.00 alle 19.00, sabato e mercoledì dalle 8.00 alle 13.00. Aperta il mattino su appuntamento: bonetta@comune.pv.it; acalvi@comune.pv.it.
Per informazioni: tel. 0382/21635

 

 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/09/2013 (11914)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool