Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 22 gennaio 2020 (567) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiate di Quartiere
» Merenda di fine estate
» Via degli Abati
» Week end di Farfalle...
» La birra dei Celti al castello di Stefanago
» A caccia di tartufi
» Il salame di Varzi e la corte dei Malaspina
» Aperitivo con vista: le api dei monti
» Da Varzi a Portofino
» Butterflywatching in Valle Staffora…. In cerca di rarità
» Orchidee in Oltre
» In bocca al lupo
» Tra vino e castelli
» Pane al pane
» Da Fego al rifugio Nassano
» Sentiero dei Castellani
» Tra i vigneti del Versa sul sentiero delle torri
» Passeggiata tra storia, natura e benessere....
» Le sabbie dell’Oltrepò
» Lunapiena Bike

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
» Festival delle Farfalle
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 11872 del 26 agosto 2013 (3330) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Al Rifugio Giacoletti in Valle Po
Al Rifugio Giacoletti in Valle Po
Gambe in spalla per il trekking proposto da La Pietra Verde nell’area del Pian del Re, Riserva Naturale Speciale del Parco del Po Cuneese, dove il Grande Fiume nasce.
 
La partenza dell’escursione sarà dal parcheggio di Pian del Re (m. 2013) dove si trovano ex-edifici militari ora riadattati e utilizzati per scopi civili.
Si seguirà la mulattiera in salita per il Colle delle Traversette fino al bivio sulla sinistra per il Lago Superiore e il Rifugio Giacoletti.

Imboccato il sentiero che taglia in diagonale un pendio, il percorso prosegue in salita fino a raggiungere una cascata (a 2230 metri di quota) formata dell’emissario del Lago Superiore: una fune sospesa agevola il passaggio, reso difficoltoso solo nel periodo del disgelo.

Il sentiero continua in salita con scorci sul sottostante Lago Fiorenza, per poi spianare in prossimità del Lago Superiore (2313 metri s.l.m.) da dove si potrà godere di una spettacolare vista su Monviso e Visolotto. Il Monviso - per gli abitanti della zona più semplicemente “Viso” - con i suoi 3841 metri è la montagna più alta delle Alpi Cozie. Il suo nome deriva dal latino Mons Vesulus che significa “montagna ben visibile ed isolata”: guardando il Monviso dalla parte italiana, infatti, la sua forma piramidale imponente si erge maestosa quasi dal nulla rendendo questa montagna visibile e riconoscibile anche da grandi distanze.
 
Si proseguirà costeggiando la sponda sinistra del lago per raggiungere, in pochi minuti, un pianoro dove si incontrano le indicazioni per scendere al Lago Fiorenza e al Pian del Re e, subito dopo, arrivare al Lago Lausetto (2332 metri), preceduto da un minuscolo laghetto.
 
Si continua diritto mantenendosi sul sentiero V26 che, dopo una breve risalita, s’immette sul sentiero V14, che si seguirà proseguendo verso destra. Imboccata quest’ultima direzione, si compirà un lungo traverso tra detriti e magra erba e, dopo alcuni tornanti, si incontrerà la deviazione che porta alla Punta Roma. I partecipanti procederanno sul sentiero e, attraversata una pietraia, riprenderanno la salita lungo un costone e appena oltre, sul Colle della Losas troveranno il Rifugio Giacoletti.
Il Rifugio, edificato sui resti di una caserma militare della Guardia di Finanza e inaugurato nel 1961, è intitolato a Vitale Giacoletti alpinista fondatore del CAI di Barge – ora proprietario della struttura – morto sul Cervino nel 1955. È molto accogliente e offre una vista mozzafiato sul Monviso e Visolotto che da qui sembrano un tutt’uno.
 
Il ritorno avverrà per il primo tratto percorrendo lo stesso sentiero dell’andata per poi prendere un bivio per il Lago Fiorenza, si salirà quindi per pochi metri fino ad un colletto e da qui si comincerà a scendere piuttosto rapidamente e su terreno un po’ accidentato fino a raggiungere il Lago. Si costeggerà la sponda destra del lago (molto frequentato nei mesi estivi) per poi continuare a scendere fino a Pian del Re. 
 
Il sentiero è non presenta difficoltà tecniche particolari ma è adatto esclusivamente a chi è abituato a fare escursioni in montagna. Occorre inoltre prestare attenzione all’attraversamento dell’emissario del Lago Superiore a causa delle pietre bagnate che possono essere scivolose e dal tratto di discesa al Lago Fiorenza su fondo sassoso ed irregolare, per questo motivo è indispensabile indossare scarponi da trekking.
Consigliato inoltre il pranzo al sacco, in quanto gli organizzatori si riserveranno la possibilità di modificare il percorso in caso di necessità.
 
 Informazioni 
Dove: ritrovo in Piazza Milano a Tortona e partenza a Pian del Re (dove si può lasciare l'auto: nel periodo estivo il parcheggio è a pagamento 5,00 euro al giorno).
Quando: domenica 8 settembre 2013, ritrovo ore 6.20, partenza in auto alle 6.30, partenza escursione 9.30-10.00.
Partecipazione: 5,00 euro per i non soci, cui verrà rilasciata la tessera giornaliera per la copertura assicurativa.
Per informazioni e prenotazioni: Ornella, 339/8570203, Guido, 348/2324896, Mauro, 329/4039771.
 

La Redazione

Pavia, 26/08/2013 (11872)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool