Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 17 ottobre 2019 (276) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Napoleone anche a Pavia
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» Il naso della Sfinge
» A Londra con mia figlia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 11799 del 28 giugno 2013 (3389) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dal Beat al Beat
Dal Beat al Beat
Ebbene, ne ho fatta un’altra delle mie: ho scritto una sorta di autobiografia musicale!
Intendiamoci, non è l’equivalente delle classiche “Mie Memorie” del vecchio militare di carriera che va in pensione, né tantomeno intende essere un’auto-celebrazione.
È la narrazione di mezzo secolo di vicende musicali locali, nazionali ed internazionali (la nascita dl Beat, Il Festival Pop di Zerbo...) e di incontri (la tournée con Lucio Dalla, l’incontro con Mina, Guccini, De Andrè, De Gregori...), filtrata dalle mie esperienze personali.
 
È nato tutto così tanto improvvisamente quanto per caso: dopo aver letto una delle tante autobiografie di musicisti che sono solito leggere ultimamente, mi sono accorto che molte delle vicende narrate, delle situazioni vissute, coincidevano (con le debite proporzioni e distanze) con quelle che avevo vissuto io, come tanti altri musicisti.
Mi è venuta voglia così di mettere nero su bianco le tante storie, gli aneddoti che mi era capitato spesso di raccontare attorno ad un tavolo, o durante un viaggio in auto e in tante altre occasioni.
Mi sono detto “Ma sì…proviamoci!”.
 
Ho cominciato a scrivere ed è stato un fiume in piena: in poco più di un mese ho scritto 350 pagine. È stato come vomitare fuori tutto quello che avevo dentro; mano a mano che cercavo di mettere le storie in ordine cronologico, altre mi si affollavano alla mente, risorte improvvisamente dagli angoli remoti della mia memoria.
È stata come una seduta dallo psichiatra: ha avuto un esito liberatorio e mi ha aiutato ad accettare (almeno in parte) la scomparsa del mio amico Paolo Buccelli con cui ho diviso 44 anni di emozioni, speranze e avventure musicali.
 
La forma è quella del racconto diviso in capitoli. Ogni capitolo inizia con una frase presa da una canzone: chi legge può gustare la citazione, ma anche andarsi ad ascoltare il brano. Aiuta a capire meglio l’atmosfera del momento.
Una piccola parte della mia vita privata è entrata giocoforza nel racconto quando s’intrecciava con la vita musicale e, per questo, ci sono anche piccole confessioni e piccoli segreti che non avevo mai raccontato.
Quando ho trovato un editore che avesse il coraggio di pubblicarla (Gianni Sartorio) questi mi ha chiesto di aggiungere qualche immagine qui e là, per ravvivare un po’ il libro.
Ho esagerato: ne ho messe 250! Alcune sono state già pubblicate su Rock Around Pavia, altre sono assolutamente inedite (quelle di Battiato, Dalla e De Gregori…).
 
Il titolo “Dal Beat al Beat” nasce dalla considerazione dell’aver cominciato a suonare con la musica Beat (che allora era l’unica forma di Rock conosciuta) e di essermi ritrovato, quasi cinquant’anni dopo, a suonare la stessa musica con il gruppo dei Sixties.
La presentazione si terrà mercoledì a Pavia, nel ruolo di “inquisitori” ci saranno i giornalisti Guido Bosticco e Guido Mariani.
In serate, ci sarà un concerto (aperto a tutti: siete tutti invitati!) per la presentazione del libro al Boschetto di Torre d’Isola con i tre gruppi con cui sto suonando adesso: i Back To The Beatles, i Sixties (beat italiano) e i Glums (hard rock anni ‘70 e oltre).
Spero che qualcuno si faccia prendere dalla curiosità di leggerlo.
 
 Informazioni 
Dove: via XX Settembre, presso la Libreria Feltrinelli – Pavia, la presentazione.
Al Boschetto di Torre d’Isola il concerto
Quando: mercoledì 3 luglio 2013, ore 18.00 (la presentazione), ore 21.30 (il concerto)
 

Furio Sollazzi

Pavia, 28/06/2013 (11799)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool