Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 2 giugno 2020 (959) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 11784 del 21 giugno 2013 (7264) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cinema Sotto Le Stelle 2013
Cinema Sotto Le Stelle 2013
Torna, immancabile e più bella che mai, la rassegna estiva di Cinema Sotto Le Stelle che, da martedì prossimo, nel chiostro dell’Istituto Musicale Vittadini, allieterà le serate pavesi con il meglio dei film usciti nelle sale italiane nel 2013.
 
Ideata e curata da Roberto Figazzolo, con il Comune di Pavia (Settore Cultura) e la Provincia di Pavia (Assessorato Beni e Attività Culturali), Cinema Sotto Le Stelle Estate 2013 si concentra sulla bellezza, quella che rompe gli argini, la stessa che dà il titolo alla rassegna: Non la felicità, ma la bellezza, ovvero 35 pellicole di registi italiani e stranieri (di cui la maggior parte prime visioni per Pavia), dove l’estetica vince sull’etica e la bellezza salva il mondo.
 
La bellezza non è difficile. La cosa difficile è parlarne. E ancor più, stare al suo ritmo. Materia malleabile e incerta, è soggetta a mutamenti e innovazioni come qualsiasi altra cosa. Non si parla di “mutamento del gusto”, ma di “gusto”, perché la bellezza non è un optional, un accessorio da sfoggiare al party col fidanzato di turno. Al contrario, è scritta dentro di noi, sulla pelle, negli sguardi. Si nasconde nei gesti, nelle sfumature, in ogni singola azione che ci accompagna. La bellezza esiste, a differenza della felicità, che è decisamente più opinabile e ambigua.
È un valore, utile a tutti, indistintamente. Senza di lei che mondo sarebbe? È insito nell’essere umano cercare e tendere al bello: noi abbiamo bisogno di immagini (anche archetipi mentali) che ci solletichino i sensi (le emozioni e i sentimenti) per poter (sopra) vivere e poi, forse, di conseguenza essere felici.

Questa rassegna prova a dimostrarlo e, andando un po’ controcorrente rispetto ai canoni del mondo attuale, non cerca un’oasi di serena felicità; si spinge oltre, alla scoperta della bellezza che, pur essendo un valore condiviso, è diversa, anche diametralmente opposta per ciascuno di noi.
 
C’è bellezza nei gesti, negli sforzi e nel coraggio dei due coniugi protagonisti de La Guerra è dichiarata, di Valérie Donzelli (in programma per giovedì 11 luglio), che combattono contro la malattia del proprio figlio. E vincono. C’è tutt’altra bellezza nella pazza e surreale fuga d’amore dei due bambini protagonisti di Moonrise Kingdom, di Wes Anderson (giovedì 29 agosto) o in quella di Detachment. Il distacco, di Tony Caye (giovedì 8 agosto), dove un bravissimo Adrien Brody, professore di letteratura alle superiori, cerca di tirare fuori il bello di una giovane prostituta.
La bellezza assume anche strane forme, come in Amour, di Michael Haneke ( martedì 2 luglio), dove la morte diventa bellezza e il coronamento di una storia d’amore durata una vita. O come in Un Sapore di Ruggine e Ossa, del bravissimo Jacques Audiard (martedì 16 luglio), dove l’amore è in sé bellezza: quella che lega una ragazza rimasta invalida al suo compagno.

Un amore simile, bello quasi da impazzire e assumere i connotati della morbosità, è quello che prova il giovane protagonista di Nella Casa, di François Ozon (sabato 20 luglio), per l’affascinante (Emmanuelle Seigner) madre del suo compagno di classe; o ancora la bellezza di un amore puro e torturato della protagonista di La Sposa Promessa, di Rama Burshstein (giovedì 4 luglio). E la bellezza di Toni Servillo in Viva la libertà, di Roberto Andò (domenica 30 giugno), che si sdoppia in politico stanco e frustrato e professore di filosofia pazzo e decisamente sublime (in senso kantiano).
 
E poi: Reality di Matteo Garrone, La grande Bellezza di Paolo Sorrentino, Pietà di Kim-Ki-duk, Promised Land di Gus Van Sant, Venuto al Mondo di Sergio Castellitto, La Parte degli Angeli di Ken Loach, Una Famiglia Perfetta di Paolo Genovese, Educazione Siberiana di Gabriele Salvatores, e molte altre pellicole che esprimono ognuna il proprio concetto di bellezza, declinato nelle forme più svariate.
 
Consulta il programma completo.

 Informazioni 
Dove: Chiostro Istituto Musicale Vittadini, Pavia
Quando: dal 25 giugno al 1° settembre 203, spettacoli ore 21.30
Ingresso posto unico 5,00 euro, riduzione over 65 4,00 euro, riduzioni Agis Vieni al Cinema 4,00 euro
Tessera Cinepass valida per tutta la rassegna, per due ingressi: gold 20 euro - senior over 65 10 euro
 
 
Pavia, 21/06/2013 (11784)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool