Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 31 ottobre 2020 (160) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 11467 del 25 gennaio 2013 (2714) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Allegre comari a... Voghera!
Allegre comari a... Voghera!
Le peripezie del celebre Falstaff, simpatica canaglia priva di freni inibitori che si mette a corteggiare due signore “bene” di Windsor, sposate...e soprattutto ricche, è in sintesi la trama de “Le Allegre Comari di Windsor”, una fra le commedie più spassose ed animate della produzione shakespeariana, allestita dalla compagnia Quelli di Grock, in scena a Voghera, per la stagione teatrale “A Porte aperte” del cinema teatro Arlecchino.
 
Quelli di Grock mette in scena un'ironica commedia musicale, arricchita da musiche corali e divertenti canzoni, da costumi grotteschi e da un'ambientazione insolita e affascinante, con suggestioni cinematografiche: il tutto sostenuto dalla notoria dinamicità del ritmo e dalla travolgente fisicità delle gag che contraddistinguono da sempre gli allestimenti della compagnia.
 
E' uno spettacolo – spiegano i due registi Valeria Cavalli e Claudio Intropido  - dai ritmi serrati, che si giova di un uso estremo della caricaturizzazione e di scelte scenografiche, costumistiche e musicali precise che avvolgono la vicenda in un'atmosfera universale e senza tempo ".
 
Il gioco teatrale si incentra sull’invio da parte di Falstaff della stessa lettera d'amore ad entrambe le donne: ovviamente, le comari lo scopriranno e trameranno una vendetta senza esclusione di colpi: Falstaff finirà nel Tamigi, prenderà una bella dose di  bastonate e sarà addirittura assalito nel bosco da una schiera di finte fate e folletti. Fra mariti gelosi e vecchi amici ansiosi di prendersi la rivincita su Falstaff, si sviluppa anche la trama secondaria delle peripezie di Anne, figlia di una delle comari, alle prese con tre pretendenti ... sino alla gran burla del finale in cui saranno castigati i vizi come l'avidità e la gelosia e l'armonia sarà, ricomposta.

La cooperativa teatrale Quelli di Grock è stata fondata a Milano nel 1976, da alcuni ex allievi della scuola del Piccolo Teatro: tra i soci figurano anche Angela Finocchiaro e Maurizio Nichetti, che per molti anni, prima di dedicarsi completamente all’attività cinematografica, parteciperà agli allestimenti della compagnia.  
Da allora, grazie ad una spiccata capacità di proporre e produrre spettacoli sempre nuovi, Quelli di Grock è riuscita a trovare una collocazione sempre più definita ed importante nel panorama teatrale italiano, anche grazie alla gestione di uno spazio stabile: dal 1990 al 1997 al Teatro Greco di Milano e dal 1999 al Teatro Leonardo da Vinci, sempre a Milano. 
Inoltre, la cooperativa ha dato costante importanza ai progetti didattici, divenendo uno fra i più prestigiosi centri di formazione artistica in Italia.
Oggi è riconosciuta dal Dipartimento dello Spettacolo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali come struttura primaria a livello nazionale di teatro di ricerca e di teatro per l'infanzia e la gioventù. Da diversi anni ha anche ottenuto il riconoscimento ed il sostegno da parte della Regione Lombardia e del Comune di Milano. 

 
 Informazioni 
Dove: Cinema Teatro Arlecchino, via XX Settembre, 92  - Voghera
Quando: giovedì 31 gennaio 2013, ore 21.00

 

La Redazione

Pavia, 25/01/2013 (11467)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool