Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 15 dicembre 2019 (234) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pesistica: Campionati italiani seniores 2013
» Ritmica - Si chiude l’anno agonistico
» Anche le storie più belle finiscono….
» Una bella storia di sport!
» Pesistica - 2° trofeo internazionale “Ercole”
» FederPesi compie 110 anni
» Artistica - Campionato di Serie C
» Ritmica - 3^ prova del campionato di Serie A2
» Ritmica - Si chiudono le regionali di B
» Pesistica... e 15!
» Artistica - Perelli sul podio
» Artistica: a due velocità
» Ritmica - Si aprono le qualificazioni regionali
» Pesistica - Challenge 210
» Ritmica – Al via la Serie A
» Pesistica - Un bottino di medaglie
» Artistica - Campionato Regionale di Specialità
» Ritmica - Individuali giovanili
» Pesistica - 1° Trofeo Gymnic Club
» Artistica - Scende in campo la Serie C

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Giornata Mondiale del Diabete
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Ticino EcoMarathon
» Gioca d'anticipo!
» Scarpadoro di Capodanno
» L'Università diventa una palestra
» I pro e i contro del VAR
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» In forma...con pochi accorgimenti
» Festival del Sorriso
» Ticino Ecomarathon
» Marathon Vigevano Pavia
» Sport Exhibition
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 11314 del 12 novembre 2012 (4494) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ritmica - L'arduo cammino in A2
Ritmica - L'arduo cammino in A2
Si fa dura per le farfalline biancazzurre il cammino in A2. Dopo un esordio non fortunato in quel di Biella - dove si era dovuto per una manciata di decimi accontentarsi dell’ultima posizione - ci si trasferisce in terra di Abruzzo, in quel di Chieti.
Per non perdere terreno bisogna cercare di lasciarsi alle spalle le dirette concorrenti, identificate in Padova, Cerreto, Quartu Sant’Elena, Arezzo e Romana.
 
Lo staff tecnico biancazzurro cerca di consolidare il team, inserendo in questa prova in terra abruzzese Lisa Plona al nastro, capace di dare un po’ più di esperienza e tranquillità a questo attrezzo, più di quanto non avrebbe potuto fare Beatrice Bisi, che era stata impiegata a Biella alla palla.
 
Con una squadra giovane, però, non sempre si riesce ad essere “pagati” dalle giurie, soprattutto quando la concorrenza è tanta e mette in pedana nomi importanti e campionesse straniere.
Come nella giornata di apertura, al corpo libero Francesca Ferrari fa il suo: con 23.950 ha il terzo punteggio assoluto, a solo un decimo dalla migliore, la spoletina Duranti.
È invece il miglior score di giornata quello di Arianna Facchinetti alla fune. Con 24.075 la brianzola di Desio in prestito alla Pavese in questa stagione, dimostra tutto il suo talento e tiene a galla il team di Via Porta, che – come a Biella – dopo due rotazioni è perfettamente in corsa.
Un infortunio nell’esecuzione di Ilaria Cammarata al cerchio fa perdere convinzione a tutto l’entourage biancazzurro.
La perdita dell’attrezzo costa tantissimo in termini di punteggio a tal punto che Ilaria ne esce “maltrattata” con solo 19.300.
Niente da imputare alla giovane Alice Crippa nella sua prova alla palla: buon valore artistico, ma esercizio un po’ leggero rispetto alla concorrenza nel livello di difficoltà che non viene pagato tanto; con 20.675  si lasciano almeno tre punti rispetto a quanto le altre sono in grado di acquisire sul campo.
Le clavette di Arianna Facchinetti con 23.925 consentono di mantenere ancora il contatto con le avversarie, ma il nastro di Plona, chiuso con 20.100, non basta per chiudere il gap con le dirette concorrenti.
La Pavese cumula un totale di 132.025, superiore solo ad Arezzo che è nettamente ultimo con 122.500.
 
Il nono posto però non basta ed - a complicare le cose - non fa bene alle aspirazioni di salvezza del club del presidente Lorenzo Lanza quanto successo a livello di classifica globale. Infatti, tolte Nerviano e Spoleto che fanno gara a sé per la promozione, Cerreto e Padova – indiziate nella lotta per non retrocedere – si piazzano in terza e quarta piazza e mettono a segno un colpo importante, togliendosi di dosso tante paure.
 
Rimangono giusto ai limiti della tranquillità le sarde della Ritmica 2000 di Quartu Sant’Elena e le romane della Polimnia, ma chi veramente comincia a star male è Arezzo con Pavia, entrambe con un distacco di dieci punti dalla permanenza in A.
La matematica non condanna ancora nessuno ma a Perugia - tra una settimana -, ci vorranno orgoglio e fortuna per poter continuare la corsa tra le grandi.
 
Classifica Serie A2 (2^ Giornata)
 
1. Nervianese 25+25= 50 punti
2. La Fenice 22+25= 47 punti
3. Etruria 20+14= 34 punti
3. Terranuova 18+16= 34 punti
5. Ardor Padova 14+18= 32 punti
6. Fabriano Cerreto 8+20= 28 punti
7. Ritmica 2000 16+10= 26 punti
8. Polimnia Ritmica Romana 12+12= 24 punti
9. Petrarca Arezzo 10+6= 16 punti
10. Pavese 6+8= 14 punti
 
 Informazioni 
 

Andrea Onetti

Pavia, 12/11/2012 (11314)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool