Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (450) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 11298 del 6 novembre 2012 (2527) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ficarra & Picone tornano in teatro
Ficarra & Picone tornano in teatro
Ritornano dopo quattro anni, a teatro, Ficarra & Picone con un nuovo spettacolo: Apriti Cielo, in scena mercoledì al Cagnoni di Vigevano.
 
Il desiderio di sentire di nuovo il calore delle risate del pubblico, è stata la molla per la costruzione di questo nuovo testo, che come i precedenti lavori, è costituito da quadri, che, a loro volta, rappresentano la vita quotidiana con i suoi paradossi al limite dell’assurdo.
 
Un cadavere tra i piedi di due improbabili tecnici della tv, è solo una sfortunata coincidenza o, come nella migliore “dietrologia italiana”, c’è un oscuro manovratore?
Le leve del potere attuale sono in mano a “menti raffinatissime” disposte a tutto, o a uomini normali con i loro limiti?
Il fanatismo religioso apre le porte del paradiso o da vita a personaggi e situazioni dai risvolti assurdi e perciò divertenti?
 
Insomma, i due comici, prendendo spunto dalla vita di tutti i giorni, piena di cronaca nera, politica, religione e tanto altro, offrono, con la leggerezza che li contraddistingue, una riflessione divertente sulla nostra società e sulla nostra nazione, regalando al loro pubblico uno spettacolo dai colori forti ancora una volta scritto e interpretato da Ficarra & Picone.
 
Ficarra & Picone nascono artisticamente nel 1997. Siciliani DOC, portano in giro spudoratamente la loro sicilianità. I personaggi che interpretano sono spesso ispirati a fatti e persone che, a loro dire, esistono veramente. La loro carriera artistica ha inizio dal cabaret e successivamente in teatro, per approdare poi alla televisione e al cinema.
La loro esperienza inizia sui palchi del cabaret di tutta Italia tra 1993 e 1995 con lo spettacolo Certe notti di notte, che li vede autori e protagonisti. Tra 1995 e 1997, dalla collaborazione con Andrea Brambilla (Zuzzurro) e Marco Posani, nasce lo spettacolo In Tre Sull’arca Di Noè. Negli anni 1997/1999 è la volta di Vai avanti tu che io ti perseguito, di cui sono anche autori come per tutti i loro successivi spettacoli, con la regia di M. Olcese.
Tra 1999 e 2002 girano nei teatri nazionali con Vuoti a perdere, mentre l’anno successivo con grandissimo successo di critica e pubblico in tutta Italia, è la volta di Diciamoci la verità con la regia di Giambattista Avellino, uno spettacolo che si può raccontare come uno “sguardo sul mondo”, apparentemente distaccato e racchiuso nella “sicilianità” dei protagonisti.
In questo spettacolo trovano spazio tra gli altri personaggi, i due siciliani “Stanchi” proposti a Zelig, che chiacchierano svogliatamente spaziando tra problemi familiari e dell’Italia intera, ed i “Fratelli corner” panchinari dell’Inter.
Dal 2005 al 2007 la tournée che certifica la loro maturazione artistica, con lo spettacolo Sono cose che capitano: un tessuto drammaturgico, suddiviso in tre microatti con epilogo finale che si allontana dagli stereotipi classici del cabaret, per affacciarsi a pieno titolo nel panorama della commedia teatrale.
Nell’estate 2010 hanno preso parte al tour Summer night live con il Mago Forest e Gian Luca Belardi.
A dicembre del 2010 hanno presentato il nuovo spettacolo teatrale Apriti Cielo.

Dalle loro esperienze teatrali traggono spunto per le iniziative editoriali: nel 2003 escono Stanchi e Vuoti A Perdere (Kowalski Editore), nel marzo 2005 Diciamoci La Verità (libro con dvd allegato) e nel 2007 Sono Cose Che Capitano (sempre libro e dvd), entrambi editi da Mondadori.
 
Dal 2006 al 2012 sono tra i conduttori fissi di Striscia La Notizia.
 
Infine il cinema; la loro carriera ha inizio nel 2000, con l’uscita del loro primo film Nati Stanchi. Dopo una lunga pausa, nel 2007 ottengono un grande successo di critica e di pubblico con il loro secondo film Il 7 e l’8 di cui sono autori, sceneggiatori e registi insieme a Gianbattista Avellino. Nel 2009 è uscito il loro terzo film La Matassa, del quale sono autori, sceneggiatori e registi insieme a Gianbattista Avellino, e hanno preso parte al film Baaria, di Giuseppe Tornatore.
Nel 2011 sono stati tra i protagonisti del film di Fausto Brizzi Femmine contro maschi e, nello stesso anno, è uscito il loro quarto film Anche se è amore non si vede, il loro primo lungometraggio ambientato fuori dalla Sicilia, che vede tra i protagonisti, Ambra Angiolini, Diane Fleri e Sascha Zacharias, del quale firmano sceneggiatura e regia.
 
 
 Informazioni 
Dove: Teatro Cagnoni - Vigevano
Quando: mercoledì 7 novembre 2012, ore 20.45 
Biglietti: platea e palchi di ogni ordine - 20.00 euro, loggione - 13,50 euro.
 
 
Pavia, 06/11/2012 (11298)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool