Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 8 agosto 2020 (917) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pesistica: Campionati italiani seniores 2013
» Ritmica - Si chiude l’anno agonistico
» Anche le storie più belle finiscono….
» Una bella storia di sport!
» Pesistica - 2° trofeo internazionale “Ercole”
» FederPesi compie 110 anni
» Artistica - Campionato di Serie C
» Ritmica - 3^ prova del campionato di Serie A2
» Ritmica - Si chiudono le regionali di B
» Pesistica... e 15!
» Artistica - Perelli sul podio
» Ritmica - L'arduo cammino in A2
» Artistica: a due velocità
» Pesistica - Challenge 210
» Ritmica - Si aprono le qualificazioni regionali
» Pesistica - Un bottino di medaglie
» Artistica - Campionato Regionale di Specialità
» Ritmica - Individuali giovanili
» Pesistica - 1° Trofeo Gymnic Club
» Artistica - Scende in campo la Serie C

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» La Giornata Mondiale del Diabete
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Ticino EcoMarathon
» Gioca d'anticipo!
» Scarpadoro di Capodanno
» L'Università diventa una palestra
» I pro e i contro del VAR
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» In forma...con pochi accorgimenti
» Festival del Sorriso
» Ticino Ecomarathon
» Marathon Vigevano Pavia
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 11279 del 29 ottobre 2012 (4561) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ritmica – Al via la Serie A
Ritmica – Al via la Serie A
Dopo tanta trepidante attesa, arriva finalmente il momento di partire con la Serie A di Ginnastica ritmica: è il campionato più bello del mondo, come viene definito - senza ombra di smentita - da tecnici e tifosi per la presenza nelle diverse squadre di campionesse italiane e straniere di valore assoluto a livello mondiale. La Pavese - al suo quinto anno consecutivo di permanenza continuativa tra A1 e A2 - decide in questo 2012 per una politica coraggiosa di rinnovamento.
 
Ritiratesi dall’attività agonistica negli scorsi anni Marta Stella, Paola Franzini, Margherita Zucca e Silvia Vitali, che avevano costituito l’ossatura della formazione biancazzurra, il team di Via Porta decide di scendere in gara con tutte le promesse del vivaio, non giocando neppure la carta della straniera per non togliere opportunità di crescita al gruppo di giovani talenti di casa propria.
E così – senza neanche l’apporto dell’israeliana Rivkin che aveva sostenuto le biancazzurre nel 2010 e nel 2011 –, ci si permette solo il prestito da San Giorgio di Desio dell’italianissima Arianna Facchinetti, per giocarsi le carte di salvezza in una formazione “tutta tricolore”.
 
E nel palcoscenico del Palasport di via Paietta a Biella, tutto sembra mettersi inizialmente per il verso giusto per le farfalline biancazzurre.
Nel corpo libero riservato alle allieve, Francesca Ferrari dà dimostrazione - a giuria e pubblico - di quanto sia elegante la nuova scuola biancazzurra. Per Francesca, 23.800 valgono il primo posto assoluto e danno una forte iniezione di fiducia per le rotazioni successive.
 
Nell’ordine di gara, infatti, la Pavese scende in pedana per sesta, un passaggio ideale per poter gestire la competizione. Ed alla fune, anche Arianna Facchinetti dà prova di forza: con 25 netti scava più di un punto di distacco sulla seconda e consolida il primato parziale del team di Via Porta.
Quando si potrebbe dare la zampata decisiva, la mancanza di esperienza purtroppo si fa sentire. L’esperienza è una merce che non si compra al mercato e purtroppo in queste competizioni di alto livello è un ingrediente essenziale.
 
In terza rotazione, al cerchio, è la volta di Beatrice Bisi che si trova a gareggiare al cospetto di mostri sacri come le straniere Charchashina, Rizadtinova e Moustafaeva, in forza rispettivamente a Nerviano, Terranuova e Padova. Bea si lascia intimorire, perde l’attrezzo ed incappa in un fuori pedana che peserà sia sul punteggio finale  - solo 20.300 – sia sul morale. Infatti, quella sicurezza che si era costruita nelle prime prove, a poco a poco scema e viene sostituita da un nervosismo crescente.
 
Ilaria Cammarata – alla palla – lascia in pedana almeno un paio di punti causa due perdite e conclusione di esercizio senza attrezzo: per lei solo 21.775, nono punteggio di giornata.
Alle clavette Alice Crippa parte bene, sembra poter dare una scossa positiva, ma poi due perdite limitano di molto la prestazione in termini di punteggio: 20,800 per lei, ultimo score parziale, anche se molto vicino in termini assoluti a quello delle avversarie che la precedono, Arezzo a parte, che può contare sull’apporto della spagnola Uson. Al nastro ci si aspetta un ultimo ruggito da Facchinetti: purtroppo la brianzola targata Pavia soffre molto un attrezzo che non è sicuramente il suo preferito e – incappando in tre penalità – si trova relegata ad un modesto 21.700, troppo poco per poter ambire ad una classifica da primi posti.
 
La Pavese chiude così con il totale di 133.375 in decima piazza: troppo poco per ambire ad una classifica tranquilla. Infatti, se Nervianese, Spoleto, Prato, Terranuova Bracciolini e Quartu Sant’Elena sembrano di un altro pianeta per giocarsi il salto in A1, d’altro canto Padova, Romana, Arezzo, Fabriano e Pavia si presentano sulla carta molto vicine. La prima prova sembra non aver dato ragione alle biancazzurre ma è anche pur vero che dopo due rotazioni erano addirittura prime… E di fatto il distacco minimo da Arezzo, ottava ed al momento in zona salvezza, consente di guardare con serenità al futuro. Già tra due settimane, in quel di Chieti, la Pavese potrà tornare a colorare la pedana di biancazzurro…
 
 Informazioni 
 

Andrea Onetti

Pavia, 29/10/2012 (11279)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool