Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (1137) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 11222 del 11 ottobre 2012 (3652) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pellicole d'autunno, 3^ edizione
Pellicole d'autunno, 3^ edizione
L’Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali della Provincia ha voluto essere presente nel panorama delle attività cinematografiche che si tengono a Pavia in questo ultimo scorcio del 2012 con una nuova edizione della rassegna “Pellicole d’autunno”.
 
La proposta, articolata in sei appuntamenti, offre agli appassionati pavesi l’occasione di vedere film rappresentativi della produzione cinematografica di qualità italiana e internazionale. Come è stato in questi anni ricordato in più occasioni, la difesa e la valorizzazione del cinema è, infatti, un obiettivo che la Provincia di Pavia ha particolarmente a cuore, e che persegue nonostante le molteplici difficoltà di una situazione contemporanea che non favorisce il settore.
 
«Il ciclo Pellicole d’autunno – spiega l’assessore ai Beni e alle Attività Culturali Milena D’Imperio è un’iniziativa che si realizza grazie a storiche collaborazioni: quella istituzionale con la Regione Lombardia-Assessorato alla Cultura, e quella con la CIE-Sale Cinematografiche di Pavia. Anche in virtù di questa partnership la rassegna ha potuto arricchirsi di una novità: i primi due titoli, infatti, vengono proposti non solo al pomeriggio, ma anche con proiezione serale. È una scelta che crediamo possa incontrare il favore di tutti coloro che per motivi di studio o di lavoro possono recarsi al cinema solo a fine giornata. È un primo passo per immaginare presto una rassegna con tutti i titoli in doppia proiezione».
 
Questo il calendario delle proiezioni della terza edizione di Pellicole d’autunno:
 
 Mercoledì 17 ottobre – Proiezioni ore16.00 e ore 21.00
C’era una volta in Anatolia
di Nuri Bilge Ceylan - Turchia/Bosnia-Erzegovina, 2011; 157’.
Con Muhammet Uzuner, Yilmaz Erdogan, Taner Birsel, Ahmet Mümtaz Taylan, Firat Tanis, Ercan Kesal, Nihan Okutucu, Ugur Aslanoglu, Safak Karali, Emre Sen, Burhan Yildiz, Kubilay
Un piccolo convoglio procede all’imbrunire lungo le strade polverose dell’Anatolia. A bordo vi sono due fratelli accusati dell’omicidio di un loro amico; i due uomini stanno accompagnando il procuratore incaricato dell’indagine, il medico
legale e i poliziotti sul luogo dove avrebbero sepolto la vittima.
I loro ricordi sono però annebbiati, vaghi. Inizia così un viaggio estenuante che si inoltra nella notte anatolica e si risolve finalmente all’alba.
Grand Prix al Festival di Cannes 2011.
 Mercoledì 24 ottobre – Proiezioni ore16.00 e ore 21.00
Cena tra amici
di Alexandre de La Patellière - Francia/Belgio, 2012; 109’.
Con Patrick Bruel, Valérie Benguigui, Charles Berling, Guillaume de Tonquedec, Judit El Zein, Françoise Fabian.
In uno spazio circoscritto si mette in scena il rituale dell’incontro/scontro tra la colta, arrogante intolleranza dell’intellettuale di sinistra e la volgarità insolente e disinibita dell’uomo del denaro. Motivo del contendere: il nome del bambino che Anna, la moglie del ricco Vincent, ha in grembo. Il padre vorrebbe chiamarlo Adolphe, in omaggio all’eroe del romanzo eponimo di Benjamin Constant, ma gli altri associano quel nome a quello di un “imbianchino” austriaco…
 Martedì 6 novembre – Proiezione unica ore 16.00
L’intervallo
di Leonardo Di Costanzo - Italia/Svizzera/Germania, 2012; 90’.
Con: Francesca Riso, Alessio Gallo, Antonio Buil Puejo, Carmine Paternoster, Salvatore Ruocco.
Un ragazzo e una ragazza rinchiusi in un enorme edificio abbandonato di un quartiere popolare. Lui, obbligato dal capoclan della zona, deve sorvegliare la giovane. Lei,Veronica, si comporta da donna matura e spregiudicata.
Di fronte alla violenza della reclusione i due giovani hanno reazioni diverse: Veronica scalpita e si ribella; Salvatore è più remissivo e accomodante.
Sono entrambe vittime ma è come se ognuno desse la colpa  all'altro della propria reclusione. Col passare delle ore, però, l’ostilità tra i due si
trasforma.
Presentato al Festival di Venezia 2012 (Orizzonti).
 
 Martedì 13 novembre – Proiezione unica ore 16.00
Il mio domani
di Marina Spada - Italia, 2011; 88’.
Con: Claudia Gerini, Raffaele Pisu, Claudia Coli, Paolo Pierobon, Lino Guanciale, Enrico Bosco, Erika Urban.
Monica fa un lavoro ben pagato: è la formatrice-quadri in una grande industria milanese. Ha l’hobby della fotografia.
Viene dalla provincia (suo padre è un contadino) e ha una sorellastra, spesso in crisi per mancanza di denaro, madre di un adolescente disadattato, attratto dal benessere della zia.
Ha una storia con Vittorio, suo collega, sposato: è un amore ormai opaco. Quando lui va a Parigi per lavoro, Monica si rende definitivamente conto di essere sola: giunge così il momento di una trasformazione radicale.
 
 Martedì 20 novembre – Proiezione unica ore 16.00
È stato il figlio
di Daniele Ciprì - Italia, 2012; 90’.
Con: Toni Servillo, Giselda Volodi, Aurora Quattrocchi, Benedetto Ranelli, Alfredo Castro.
Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Alajmo, si ispira a una storia accaduta veramente a Palermo negli anni Settanta. La vita di una famiglia disagiata, composta da
Nicola Ciraulo, la moglie Loredana, i figli Tancredi e Serenella, i nonni Fonzio e Rosa, viene sconvolta dalla morte di Sere nella, colpita da un proiettile vagante.
L'uccisione della piccola apre uno spiraglio inatteso: il risarcimento economico che lo Stato riserva alle vittime di mafia.
In concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2012.
 
 Martedì 27 novembre – Proiezione unica ore 16.00
Roman Polanski: a film memoir
di Laurent Bouzereau - Gran Bretagna/Italia/Germania, 2012; 95’.
Con Roman Polanski e Andrew Braunsberg 
Un’automobile attraversa il paesaggio: alla guida c’è il produttore Andrew Braunsberg che sta raggiungendo Gstaadt, dove lo aspetta un vecchio amico: Roman Polanski.
Sono i mesi successivi all’arresto subito dal regista a Zurigo, e ai due mesi di carcere con cui ha scontato la pena inflittagli dalla giustizia statunitense per un’accusa di stupro. Il regista è ora agli arresti domiciliari e acconsente a ripercorrere la sua vita attraverso una lunga intervista che si trasforma in memoir. Dal ghetto di Cracovia al successo internazionale, alla tragedia di Sharon Tate fino all’esilio in Francia.
I ricordi si intrecciano a sequenze e immagini dei suoi film.
 
 
L’impegno dell’Ente per le attività cinematografiche non si limita però alla realizzazione di interventi nella città di Pavia. «Nonostante le inedite difficoltà finanziarie abbiamo in questi mesi voluto continuare a impegnarci in questa direzione – prosegue l’assessore D’Imperiopartecipando alla realizzazione di diverse attività proposte da soggetti del territorio. Oltre alla tradizionale collaborazione con il Comune di Pavia per le rassegne “Cinema sotto le stelle” e “Sguardi puri”, la Provincia è presente nelle iniziative dell’associazioneLa Barrieradi Vigevano e del cineclubIl cirro capriccioso” di Canneto Pavese. E al mondo della scuola, che ci sta particolarmente a cuore, abbiamo anche quest’anno dedicato la partecipazione a “CineCineMondo”, organizzata dalla Regione Lombardia e dalla Cineteca di Milano: stiamo infatti predisponendo il calendario delle visite di diverse scolaresche del territorio al “MIC – Museo Interattivo del Cinema” di Milano. E certo, nonostante Regione Lombardia ci abbia appena comunicato che quest’anno non disporrà di finanziamenti finalizzati al progetto “Arrivano i film”, abbiamo intenzione di organizzare anche quest’anno, realisticamente per i primi mesi del 2013, le proiezioni per le scuole. Anche in questo caso infatti crediamo che il modo migliore per far crescere l’amore per il cinema sia da coltivare presso le nuove generazioni facendo loro conoscere l’emozione unica che dà l’assistere a un film di qualità su grande schermo e in una sala buia, meglio se insieme con altre persone».

 

 
 Informazioni 
Dove: Cinema Politeama, c.so Cavour - Pavia
Ingresso: intero 5 euro, ridotto (Agis, studenti, over 60) 4 euro
Per informazioni: tel. 0382/597415-430, e-mail: francesca.brignoli@provincia.pv.it<

 
 
Pavia, 11/10/2012 (11222)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool