Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 12 agosto 2020 (1109) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie
» "Tutti Pazzi per Marco Pazzi"

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 11166 del 24 settembre 2012 (5810) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il rosso e il blu: scuola italiana...
Il rosso e il blu: scuola italiana...
Vi ricordate quando Giuseppe Piccioni venne a trovarci proprio qui a Pavia? Era una delle prime edizioni di Sguardi Puri, la rassegna di attori, autori, critici e workshop, che immodestamente contribuisco ad organizzare ormai da un po' di anni qui in città, e quella sera si presentava Luce dei miei occhi, con la bellissima Sandra Ceccarelli, protagonista del film che lo accompagnava in sala.
 
L'atmosfera era elettrica, la sala del Corallo strapiena, nonostante il nome del regista non fosse notissimo, probabilmente la voce che la giovane attrice sarebbe stata a Pavia aveva giocato un ruolo positivo nell'attesa dell'evento.
Chi l'avrebbe potuto dire che di lì a qualche anno quella stessa sala sarebbe stata smantellata?
E oggi? Oggi dove andremo a vedere Il rosso e il blu, magari con Il suo regista, Piccioni e un suo attore Scamarcio o, meglio ancora Herlitzka, con cui fare quattro chiacchiere?
Prendetemi pure per pessimista o peggio per nichilista, ma quei momenti, secondo me, sono perduti per sempre.
La città si era stretta intorno a questo evento culturale perché aveva sentito che quella sera era importante esserci.
 
Oggi speriamo che qualcuno ritenga importante dare almeno la possibilità a Pavia di vedere Il rosso e il blu, magari senza partire in trasferta verso lidi più culturalmente attrezzati o semplicemente più fortunati.
 
Ma di cosa parla il film? Parla di scuola. Di scuola italiana oggi. E lo fa con quattro storie, diverse, ma collegate fra loro. Storie di “ordinaria follia” ci verrebbe da dire, se solo qualcuno non ci avesse già intitolato uno stupendo romanzo.
E siccome lo spazio al solito latita (così come la pazienza del mio fugace lettore) approfondiamone una, una soltanto delle quattro.
La più bella, la più sincera, la più sentita e forse la più triste ed autentica (ammazzalo quanto è depresso er figazzolo, già vi sento sussurrare...), quella del professor Fiorito, un vecchio insegnante di storia dell'arte, arrabbiato col mondo, con tutto e tutti e ormai quasi incapace di reagire.
 
Fiorito, interpretato da uno splendido Roberto Herlitzka, in classe non insegna più. Spaventa semplicemente i suoi allievi con battute e freddure, che probabilmente loro non capiscono neppure. È rassegnato, di una rassegnazione totale, e si abbandona, nel piacere della tragedia inevitabile ed imminente, ad accarezzare un pessimismo che si ciba della stesa carne di chi lo pratica.
 
Disprezzo e disperazione, incomunicabilità e assenza di speranza.
Forse è proprio questa la scuola di oggi.
Probabilmente perché è proprio questa la società che la produce.
 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 24/09/2012 (11166)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool