Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 24 settembre 2019 (378) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scarpadoro di Capodanno
» L'Università diventa una palestra
» I pro e i contro del VAR
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» In forma...con pochi accorgimenti
» Festival del Sorriso
» Ticino Ecomarathon
» Marathon Vigevano Pavia
» Sport Exhibition
» Trofeo Algeria. Gara ciclistica per Giovanissimi
» Torneo Nazionale di Tennis in Carrozzina
» L'Amore che Unisce
» Convegno gratuito sul biotestamento
» Bruno Rossini Run
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 11056 del 25 luglio 2012 (3304) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Canottaggio - Claudia Wurzel alle Olimpiadi
Canottaggio - Claudia Wurzel alle Olimpiadi
Prima di raggiungere la squadra azzurra in partenza per Londra, Claudia Wurzel è tornata a Pavia per ritirare dal Collegio Cardano le sue cose. La biondina che frequenta da due anni il college istituito dalla Federcanottaggio a Pavia, studia all’Università, alloggia al Cardano e si allena al capannone del Cus Pavia.
È stato qua che ha preparato il due senza insieme a Sara Bertolasi che vincendo la finale B ai mondiali e dunque chiudendo al settimo posto si è guadagnata la chance olimpica.
 
«Sono molto contenta – ha detto Claudia – è una grande opportunità che voglio sfruttare al massimo. Insieme a Sara abbiamo lavorato tanto e ridotto il gap con le più forti, andiamo a Londra per giocarcela, non solo per partecipare».

Il presidente del Cus Pavia Cesare Dacarro gongola: «Claudia Wurzel appartiene al college di canottaggio come Matteo Mulas, che ha appena vinto i mondiali under 23 nel quattro di coppia pesi leggeri. E’ l’ennesima dimostrazione che questo modello di funzionamento che proponiamo da quasi trent’anni dà sempre risultati rilevani al canottaggio italiano. Non solo Claudia è stata un esempio per i nostri atleti, oltre a fare da traino a tutto il canottaggio pavese. Dimostra anche che lo staff tecnico e gli impianti sono all’altezza. Alle spalle di Claudia ci sono altri giovani interessanti, come Andrea Fois e Simone Molteni, che sono nostri atleti e che hanno disputato i mondiali individuali nel doppio pesi leggeri. E’ dunque un equipaggio societario che ha preso parte ai mondiali. Purtroppo Molteni è stato colpito da una tonsillite con relativa febbre che lo ha debilitato fino ad essere sostituito in semifinale».

 
Riccardo Gorini, responsabile di sezione, afferma: «Come mio primo anno da dirigente sono soddisfatto. Claudia Wurzel è stata la ciliegina sulla torta, ma il doppio societario marcato Cus Pavia, costato sia in termini economici che di sforzi organizzativi, ai mondiali è stato importante. Il Cus Pavia c’è e sta crescendo nonostante le difficoltà. Il centro federale continua a riconoscere il nostro valore confermandoci il suo supporto sia come college che come attrezzature e siamo contenti. Mulas è cresciuto all’interno del Cus Pavia e lo ha dimostrato ai mondiali under 23. Speriamo in una crescita continua, sia in termini quantitativi che qualitativi».

Vittorio Scrocchi aggiunge: «Un anno positivo, ma non ci accontentiamo mai. Claudia alle Olimpiadi farà bene sicuramente, vuol dire che il College si fa rispettare, Mulas è un ragazzo che di strada ne farà tanta. E non dimentichiamo che Corrado Regalbuto è stato convocato al raduno della nazionale universitaria che disputerà i mondiali».

Il ventiduenne Andrea Fois è al secondo anno al Cus Pavia: «Il primo anno non ho raggiunto gli obiettivi che mi ero prefissato. Quest’anno ho iniziato da subito ad allenarmi duramente insieme a Simone. Abbiamo vinto le qualificazioni e al raduno abbiamo fatto bene, conquistando la fiducia del dt. Purtroppo ai mondiali Simone ha avuto una forte febbre e siamo stati penalizzati. Wurzel? Quest’anno era sempre via ai raduni, ma è un esempio da seguire».

Il ventenne Molteni: «Il mio rammarico del mondiale è stata la febbre. E’ stimolante allenarsi
insieme a tanti campioni al Cus Pavia, si vede come lavorano atleti che vanno alle Olimpiadi e si comprende che non è irraggiungibile».

Il ventenne ternano Mulas è del College come Claudia: «Sono al primo anno a Pavia e qua ho fatto il salto di categoria, raggiungendo quel posto in barca ai mondiali che lo scorso anno mi era sfuggito. Devo dire grazie al Cus Pavia e al tecnico Vittorio Scrocchi, che mi ha dato la possibilità di provare barche miste che mi sono state d’aiuto. Far parte del gruppo che comprende è atleti come Claudia fa migliorare».
 
 Informazioni 
 

Cus Pavia

Pavia, 25/07/2012 (11056)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool