Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (954) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10887 del 25 maggio 2012 (2287) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
E la vita continua: ultraEXTRA-Sguardi in città
E la vita continua: ultraEXTRA-Sguardi in città
293. Sì avete capito bene. Duecentonovantatre persone, cittadini di Pavia e dintorni, son venute a vedere The Help al Politeama la settimana scorsa e hanno pagato un biglietto da 5 euro per confermare che davvero questo film non volevano perderselo.
Al cinema, con altre persone, su grande schermo e senza rinunciare ad un ottimo audio così come ad una visione perfetta.
E se vi sembra poco allora provate ad andare in settimana, non il sabato o la domenica, a vedere un film di cassetta in qualche cinema nei dintorni... Poi mi direte.
 
Ieri, invece, è stata la volta di 50/50, il disease movie del momento, in programmazione nelle grandi città di tutt’Europa, certo lì per più giorni, da noi, invece, solo una sera ed un pomeriggio, però, come lamentarsi? (Tra l’altro lo programma il cinema Mexico di Milano in queste settimane: ma allora Pavia come una grande città?)
Sinceramente oggi come oggi, così tanta, così variata, così riproposta, l’offerta cinematografica d’essai e di frontiera, d’essai/commerciale illuminata, a Pavia non c’è mai stata.
Almeno non negli ultimi 25/30 anni.
E se guardo la cosa in prospettiva a tratti son felice, a tratti mi ricorda l’ultimo momento di vitalità di un condannato a morte: non dicon si stia sempre meglio proprio all’ultimo?
Che succederà dopo l’estate?
Chi vivrà vedrà naturalmente. Oggi però è indubbio che la gente abbia voglia di incontrarsi, vedere buon cinema, assistere a conferenze, proiezioni, lezioni sull’immagine molto più che in passato.
 
Anche l’esperimento della lezione su 0 de conduite è stato interessante.
Il film di Jean Vigo è del 1933. La censura, politica e di mercato, lo ha massacrato già al tempo dell’uscita in sala, riducendolo ad un brandello di 42 minuti. Eppure la sua forza, anche in un ambito didattico, ne è uscita alla grande.
E la faccia dei presenti, chiusi in Broletto durante un pomeriggio assolato, di tutte le età, di ogni strato sociale, lo ha confermato alla grande.
 
Adesso ciò che ci aspetta è sguardipuri012xtra-larassegna giovedì 31 maggio alle 16.00 e alle 21.00 sempre al Cinema Politeama per il tema “Inspiration as Motivation” il recentissimo film Young Adult di Jason Reitman con Charlize Theron come protagonista.
Ha senso cercare di essere sempre il migliore? L’American Way of Life ha cercato di convincercene anche noi, salvo poi ripensarci in corso d’opera. E adesso?
Mavis Gray è la scrittrice fantasma di una serie di libri per adolescenti, che sta riscuotendo sì un bel successo, ma vede vicina la sua fine. Ancora “reginetta di liceo” dentro, decisamente inadatta a coltivare rapporti sentimentali autentici, chiusa ad un mondo esterno, che la vedrebbe come adulta, ma in crisi per una “matura” dipendenza alcoolica, nella quale nasconde le sue frustrazioni, Mavis è scossa dall’invito al battesimo del figlio del suo fidanzatino del college: ora ha una missione, riportare l’amato sulla “sua” retta via.
 
Young adult” è un termine esistente nel linguaggio del marketing. Indica quel target che ha dai 14 ai 21 anni, ed è usato soprattutto nelle campagne di prodotti culturali. Un bell’ossimoro per la condizione esistenziale di Mavis Gary, la protagonista del quarto film diretto da Jason Reitman e del terzo scritto da Diablo Cody.
Ma ricordiamo che la Cody, classe 1978, ex spogliarellista e telefonista erotica, blogger di successo, grande appassionata di horror, aveva già prodotto lo script di Juno diretto sempre da Reitman nel 2007, ed è sempre lei dietro alla sceneggiatura de Il corpo di Jennifer, se ci pensate un modo differente ed al tempo stesso molto simile di guardare alla High School americana.
 
Un film sull’anedonia, l’incapacità di provare piacere della protagonista, del tutto anestetizzata rispetto alla vita vera che gli scorre intorno. E la Theron è proprio giusta per il ruolo.
Appuntita e credibilmente annoiata, così precisa nel far parlare il suo volto delle mille indifferenti stupidaggini, che rendono normalmente invivibili le nostre banali esistenze.
É il massacro dei vincenti. Vincenti che non ci sono, non esistono. Probabilmente non sono mai esistiti. Perché il mondo si divide da sempre in due. Quelli che insoddisfatti inseguono costantemente un mito, e quelli che, meno preoccupati, si limitano a vivere nella maniera più piena i propri giorni.
Che dite? Verrete presto a far parte di questi anche voi?
 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 25/05/2012 (10887)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool