Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 10 dicembre 2019 (419) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
» Festival delle Farfalle
» Passeggiate di Quartiere
» Lavanda e farfalle...
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 10849 del 15 maggio 2012 (2852) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Animali misteriosi tra scienza e leggenda
Animali misteriosi tra scienza e leggenda
Nei giorni della Fiera dell’Ascensione anche il museo di Scienze Naturali di Voghera resterà aperto con orari straordinari, organizzando, tra le altre cose, l’esposizione dei lavori dei ragazzi della scuola Pascoli e la mostra “Criptozoologia: animali misteriosi tra scienza e leggenda”.
 
Criptozoologia” è un neologismo coniato dallo zoologo belga Bernard Heuvelmans, verso la metà degli anni ‘50 per definire – letteralmente – la scienza che studia gli animali nascosti. Secondo lo studioso gli animali nascosti “Sono quelli più generalmente chiamati “sconosciuti”, anche se in genere ben conosciuti dalle popolazioni locali e dei quali anche noi abbiamo se non altro notizie della loro esistenza e di certi loro aspetti circa la morfologia e il comportamento”.
 
La criptozoologia è una scienza investigativa e indiziaria ma obbiettiva, poiché basata su una serie di elementi incontestabili, tra cui il fatto che l’inventario faunistico del nostro pianeta non è ancora completo, che ancora oggi si continuano a scoprire animali di grandi dimensioni e che la loro scoperta si prolunga per anni, decadi o perfino secoli dalla data delle prime informazioni che li riguardano (il primo accenno agli scimpanzé giganti di Bili risale al 1800, mentre la loro effettiva scoperta è datata 2004)…
 
Realizzata da Lorenzo Rossi e Gildo Ravanelli, l’esposizione – che per altro ha esordito nel 2009, con un ottimo riscontro di pubblico, al Festival della Scienza di Genova – è composta da oltre 30 pannelli in italiano e inglese riccamente illustrati e da svariati reperti (riproduzione di crani, calchi di impronte, etc.) è in costante aggiornamento e fruibile da un pubblico di ogni età.
Gli organizzatori sono ben consapevoli che attorno alla criptozoologia si è sviluppato un intenso dibattito a livello emozionale e che si tratta di una disciplina non esente da controversie, ma il taglio di questa mostra non è (e non vuole essere) sensazionalistico.
 
Il museo di Scienze Naturali “G. Orlandi” è una delle perle della città, una struttura che raccoglie, conserva, studia e divulga la memoria naturalistica del territorio oltrepadano. In particolare modo, trattandosi di una realtà locale, tutto il percorso espositivo, suddiviso in sezione mineralogica, paleontologica, zoologica e botanica presenta collezioni che vantano reperti locali, ma dall’alto valore espositivo e scientifico: unicum o rarità che attirano l’attenzione sia del pubblico generico o scolastico sia di esperti e ricercatori.
 
 Informazioni 
Dove: Palazzo Gallini - Voghera
Quando: dal 17 al 24 maggio 2012. Apertura: nei giorni 17, 21, 22, 23, 24: ore 17.00-19.00; venerdì 18, sabato 19 e domenica 20: orario continuato 10.00-23.00.
Ingresso: gratuito
 
 
Pavia, 15/05/2012 (10849)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool