Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (889) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» La Salute delle Ossa
» Rosa mosqueta
» Pelle sensibile
» Quel tocco benefico....
» Acne cosa fare?
» Gonfiori addominali
» Autunno e cadono i capelli....
» Esposizione al sole: qualche utile consiglio
» Le radici biologiche dell'invecchiamento
» Bio-Naturopatia… per il riequilibro globale!
» L'estetica olistica
» Affaticamento e Astenia
» Bevi l’acqua giusta!
» Tipologie di oli essenziali
» Oli essenziali e aromaterapia
» Le proprietà del Tea Tree
» Meridiani ed energia
» Quando lo stress arriva...
» Stress e terapie naturali
» L'efficacia dei fiori...

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» La Giornata Mondiale del Diabete
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Ticino EcoMarathon
» Gioca d'anticipo!
» Scarpadoro di Capodanno
» L'Università diventa una palestra
» I pro e i contro del VAR
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» In forma...con pochi accorgimenti
» Festival del Sorriso
» Ticino Ecomarathon
» Marathon Vigevano Pavia
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 10791 del 30 aprile 2012 (4014) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sole ed invecchiamento della pelle
Sole ed invecchiamento della pelle
La cura del corpo e del viso ha rappresentato nelle popolazioni, già a partire dai tempi più remoti, un aspetto fondamentale della vita, con lo scopo di mantenere per quanto possibile un aspetto giovane.
 
La nostra pelle è mezzo attraverso il quale ci presentiamo ai nostri simili, il nostro biglietto da visita, spesso veniamo (ingiustamente) giudicati in base al suo aspetto.
Vorremmo mantenerla sempre giovane e fresca; ma essa nel corso della vita invecchia inesorabilmente a causa del naturale trascorrere del tempo e per l’azione degli agenti esterni che la colpiscono quotidianamente. 
Nell’invecchiamento cutaneo distinguiamo classicamente due componenti: un “cronoaging” (o invecchiamento cronologico) e un “photoaging” (o invecchiamento fotoindotto). 
I due processi sono tra loro indipendenti ma, se presenti entrambi, sono causa di un invecchiamento precoce.
 
L’invecchiamento naturale o cronologicoè dovuto principalmente allo scorrere del tempo, ma dipende anche da fattori genetici e dalle modificazioni ormonali che portano a una progressiva atrofia del derma, dell'ipoderma e delle strutture di sostegno su cui agisce il continuo logorio della forza di gravità.
Si osserva tipicamente in tutte le sedi cutanee ed è più evidente nelle persone anziane.
Geneticamente determinato, è ancora poco chiaro nei meccanismi, ma è certamente ineluttabile; esso causa nella pelle delle modificazioni che la portano ad essere più vulnerabile all’azione degli agenti esterni; viene meno la cosiddetta funzione barriera cutanea, legata alla presenza del film idrolipidico di superficie, diminuiscono la produzione di sebo e di sudore, al pari della funzione immunitaria, della pigmentazione, della cheratinizzazione e della funzione termoregolativa.
 
Tutto ciò è giustificato strutturalmente da una generalizzata atrofia che colpisce sia l’epidermide che il derma sottostante. Progressivamente diminuiscono il tono e l’elasticità cutanea, la pelle diventa secca e si assottiglia, compaiono le macchie e le prime rughe.  
A partire dai 40 anni, come conseguenza di una serie di alterazioni genetiche programmate legate ai tre strati cutanei, cede il materasso di sostegno della pelle e si degradano collagene ed elastina. La pelle appare quindi meno tonica e compaiono le rughe.
 
L'invecchiamento cronologico si manifesta attraverso l'insieme di segni visibili quali la perdita di tono, il rilassamento e la presenza di rughe. Queste manifestazioni si attribuiscono ad alcune modificazioni fisiologiche dovute all'avanzare del tempo, che avvengono a livello dermico.
L'invecchiamento è, però, un fenomeno individuale: è possibile che si possa invecchiare senza avere rughe profonde o, al contrario, avere il viso segnato nonostante la giovane età.
Per questo motivo, quando si considerano gli effetti dell'invecchiamento cutaneo è necessario un approccio che tenga conto del fenomeno nella sua interezza.
 
Quando l'occhio umano osserva un viso nel suo complesso cercando di individuarne l'età, infatti, non prende in considerazione soltanto i singoli segni, bensì lo stato complessivo e trasmette al cervello un'immagine completa dalla quale deve ricavare una nozione di età.
Di conseguenza, per apparire più giovani, non è sufficiente intervenire esclusivamente sulla singola ruga, ma è necessario un approccio completo.
Per questo motivo programmi specifici dalla valenza sinergica che riattivano sia le funzioni organiche che quelle cutanee, si rivelo dei validi alleati per combattere l’ineluttabile scorrere del tempo.
 
 Informazioni 
 

Patrizia Galeotti

Pavia, 30/04/2012 (10791)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool