Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 16 febbraio 2020 (385) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» La Salute delle Ossa
» Rosa mosqueta
» Pelle sensibile
» Quel tocco benefico....
» Acne cosa fare?
» Gonfiori addominali
» Autunno e cadono i capelli....
» Esposizione al sole: qualche utile consiglio
» Sole ed invecchiamento della pelle
» Bio-Naturopatia… per il riequilibro globale!
» L'estetica olistica
» Affaticamento e Astenia
» Bevi l’acqua giusta!
» Tipologie di oli essenziali
» Oli essenziali e aromaterapia
» Le proprietà del Tea Tree
» Meridiani ed energia
» Quando lo stress arriva...
» Stress e terapie naturali
» L'efficacia dei fiori...

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» La Giornata Mondiale del Diabete
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Ticino EcoMarathon
» Gioca d'anticipo!
» Scarpadoro di Capodanno
» L'Università diventa una palestra
» I pro e i contro del VAR
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» In forma...con pochi accorgimenti
» Festival del Sorriso
» Ticino Ecomarathon
» Marathon Vigevano Pavia
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 10691 del 30 marzo 2012 (3926) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le radici biologiche dell'invecchiamento
Le radici biologiche dell'invecchiamento
L'invecchiamento dell'organismo è un processo complesso, molto studiato ma ancora poco chiaro, causato ed influenzato da vari fattori sia costituzionali che ambientali.
Quali sono le radici biologiche dell'invecchiamento?
Esiste un deno­minatore comune?
Certamente è di scarso aiuto ricordare che sin dalla nascita si comincia ad invecchiare, anche perchè spesso ciò che preoccupa maggiormente non è l'invecchiamento in se, ma la qualità di questo pro­cesso.
 
Oggi le attenzioni maggiori degli studiosi si rivolgono al sistema di difesa individuale, al deficit dell'immunità che porta ad un aumento delle patologie del corpo umano.
Il sistema immunitario una volta coinvolto nel processo di invecchiamento è in stretta interdipendenza con il sistema nervoso e quello ormonale endocrino.
Il ruolo degli ormoni nei processi di invecchiamento è cruciale:
rappresentano il direttore d'orchestra delle cellule e sono indispensabili al loro funzionamento. Nel corso della vita l'individuo produce sempre meno ormoni.
L'inquinamento, la cattiva alimentazione, un consumo eccessivo di zuccheri, l'alcool, il fumo, gli assalti ripetuti di virus, batteri e parassiti producono tossine che distruggono progressivamente il tessuto endocrino e riducono la produzione di ormoni.
 
Ma il vero responsabile della diminuita produzione ormonale è l'inevitabile invecchiamento delle ghiandole stesse. Le cellule morte non vengono sostituite e la produzione ormonale è lasciata alle cellule rimanenti, dove i difetti genetici si accumulano provocando un rallentamento nella produzione nonché una diminuzione dell'attività dei singoli ormoni.
Questi processi coinvolgono tutti gli individui. In passato la tendenza era quella di analizzare solo le carenze ormonali eclatanti e di attendere di fronte quelle borderline.
Ora si studiano anche le carenze borderline, soprattutto nei casi in cui si presentino sintomi evidenti. Lo scopo è quello di prevenire l'invecchiamento prematuro e l'aggravarsi di tali carenze.
 A partire dai 25 anni ha inizio una forma moderata di invecchiamento che si rende più manifesta verso i 40-50 anni
L'importanza degli, ormoni è dimostrata dal fatto che il sesso fem­minile si difende meglio dall’invecchiamento, la donna vive più a lungo dell'uomo.
Certamente parte di questa differenza è dovuta ad alcune abitudini di vita, al tipo di lavoro, al fumo, ma sicuramente anche ad altri fattori.
 
Tale differenza dipende dagli estrogeni, è nota infatti, come vedre­mo poi, l'azione protettiva di questi ormoni sulla pelle, sul colesterolo e sulle malattie cardiovascolari, è come pure il fatto che gli estrogeni condizio­nano il funzionamento dell'ipotalamo, struttura cerebrale centrale nel controllo del sistema immunitario.
 
 Informazioni 
 

Patrizia Galeotti

Pavia, 30/03/2012 (10691)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool