Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 16 gennaio 2019 (395) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Futbol – Storie di calcio
» l Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca
» Cena a sostegno della Mongolfiera
» Ambrogio Maestri canta per i bambini del Perù
» La Gardenia di AISM
» Le Caciotte della solidarietà
» “Odeon senza Barriere”
» "Luca per non perdersi nel tempo"
» Nail Art per il Naso Rosso...
» Amatriciana Solidale – Rotaract for Amatrice
» 12^ Giornata del Naso Rosso
» Festa di Pentecoste per il Togo
» Un Mercatino per le vittime della violenza
» Mercatino benefico Orfanotrofio Hisani
» Incontrare l'altro
» Ticinum Gospel Choir e Sherrita Duran per Aism
» ... e 20: bentornato Mercatino!
» È primavera.. arriva il Mercatino di Tdh
» A Lungavilla una domenica di solidarietà
» A Voice For The World

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» MIMOries
» Pinocchio, Le Avventure di un sognatore
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Giacomina e i fagioli magici
» Al cinema insieme
» Natale al Politeama
» Una Cesa, Un Pivion e Dü Malnat
» Dolci Storie
» Natale dai Mondi
» Tss on the road
» Caffè Corretto
» Piccolo Principe
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10672 del 23 marzo 2012 (2148) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
"Il bandolo della matassa"... da Pavia ad Haiti
È per venerdì sera, con uno spettacolo teatrale, il prossimo appuntamento del fitto calendario del decennale del Gruppo di Pavia di Terre des hommes.
 
Questa volta a rimboccarsi le maniche per l’ong che opera in difesa dei diritti dell’infanzia è la Compagnia Teatrale In Scena Veritas, che devolverà la serata, patrocinata dal Comune, a favore dei progetti di sostegno a distanza per i bambini dei villaggi di Guerant e Mareminerve, ad Haiti.
 
Lo spettacolo in programma è “Il bandolo della matassa”, tratto da Zorro - Un eremita sul marciapiede di Margaret Mazzantini per la regia e adattamento scenico di Maria Elisa Calderoni, Massimo Giacomantonio e Alessandro Chieregato, che vestirà anche i panni del protagonista.
 
Un uomo si racconta, fastidioso buffo comico arrabbiato e dolente. Porta stretto il suo trauma, ce lo svela piano fra una battuta e il morso di una parola.
 
Un senzatetto è una scabrosità che ci appartiene, un timore remoto celato in noi tutti di perdere i fili e mollare il mondo regolare. I barboni odorano di ciò che si ha paura di perdere, bevono, ti urlano contro, a volte ti ignorano, straparlano e si portano la loro umanità alluvionata per strada. Si appartano dalla vita, sbracano; ci ricordano che un filo separa la normalità dal marciapiede.
 
Quando è stato che mi sono ingarbugliato? Quand’è che la matassa s’è intricata?…tutti i fili erano lì, davanti ai miei occhi, regolari, un po’ noiosi ogni tanto…ma ci stava… poi si sono aggrovigliati, non me ne sono accorto subito, ho visto i fili attorcigliarsi, arruffarsi…e ho perso il capo, il bandolo. Ecco… il bandolo…sembra che lo trovo… poi no… no, non lo trovo…”.
 
Più che un monologo, il corpo a corpo di un attore con se stesso dove è permesso sgangherarsi, essere narratore della propria storia e di mille storie, struggente e volgare.
Sulla scena nuda, le mutevolezze di Zagor ritmano il movimento del corpo, scandiscono i cambiamenti; il gesto dell’attore si prolunga nel gesto d’uomo e la musica è lì, nello stare lì, nel farsi cassa armonica per quel misto di luce e polvere che siamo.

Pensare ad Haiti evoca sempre mare e acque cristalline caraibiche. Ma Haiti (Hayti) in arahuaco,l’idioma indigeno degli autoctoni, significa “terra delle montagne” che, anche se disboscate dall’uomo e pelate dagli agenti atmosferici, costituiscono buona parte del territorio dell’isola.
La zona di intervento di Terre des Hommes Italia comprende la parte alta e montagnosa del comune metropolitano della grande Port au Prince, denominato Croix des Bouquets. Zone impervie, cui si accede a dorso di mulo o a piedi. Oggi non più di 40.000 persone vi abitano e in modo molto disomogeneo occupano le pendici di questi monti isolati, praticamente dimenticate dal resto dell’isola, prive di quei servizi di base che sono indispensabili per una vita decorosa.
Nonostante l’isolamento della zona, l’epidemia di colera, che ha fatto migliaia di vittime da ottobre 2010, non ha risparmiato questi luoghi. Anche per questo Terre des Hommes Italia è intervenuta in soccorso alla popolazione, costruendo 18 centri sanitari di reidratazione e 6 di stabilizzazione cosicché ciascun abitante colpito potesse riprendersi e riuscire a superare l’ora e mezza di cammino necessaria per raggiungere il luogo di cura adeguato.
Una volta placatasi l’epidemia, da giugno del 2011 i centri sanitari costruiti ed equipaggiati sono diventati piccoli dispensari, utilizzati ora anche dal Ministero della Salute che invia personale un paio di volte alla settimana ad occuparsi soprattutto di donne e bambini malnutriti, questi ultimi più della metà della popolazione.
Nella zona non esistono scuole statali, la densità abitativa è troppo bassa e le distanze sono enormi.
Sono sorte cosi scuole spontanee comunitarie, dove i maestri sono pagati grazie a collette familiari, prive però di materiali didattici, libri e quaderni per gli alunni. Terre des Hommes ha quindi deciso di intervenire attraverso il Sostegno a Distanza per i bambini di queste scuole, in particolare quelle dei villaggi di Guerant e di Mareminerve.
Il progetto di sostegno si propone di intervenire per le necessità didattiche dei bambini con kit scolastici individuali, ma anche ristrutturando le aule delle scuole. Inoltre è prevista la costruzione di latrine e l’organizzazione di attività di sensibilizzazione al coretto uso delle stesse, di sensibilizzazione sull’igiene personale e l’utilizzo dell’acqua pulita e sapone, specialmente in forma preventiva al colera.
 
 Informazioni 
Dove: Santa Maria Gualtieri - P.zza Vittoria - Pavia
Quando: venerdì 30 marzo 2012, ore 21.00
Ingresso: a offerta libera. L'intero ricavato andrà a sostegno dei bambini di Haiti

 

La Redazione

Pavia, 23/03/2012 (10672)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool