Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (268) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 10632 del 16 marzo 2012 (2181) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dag Hammarskjöld. La pace possibile
La copertina del libro
La giornalista Susanna Pesenti presenta, lunedì sera a Pavia, il suo volume dedicato al segretario generale dell’ONU, martire della pace.

Dag Hammarskjöld, eletto segretario generale dell’Onu nel 1953, morì nel 1961 in un incidente aereo troppo misterioso per non far pensare a un attentato. Era in missione di pace, volava nel cielo tra il Congo e lo Zambia nell’estremo tentativo di recuperare la secessione del Katanga dal Congo, la bomba a orologeria che stava mandando in frantumi il grande Paese africano e con lui i fragili equilibri politici del pianeta intero.

La sua vita è stata ricostruita da Susanna Pesenti, giornalista de L’Eco di Bergamo, in un libro intitolato Dag Hammarskjöld. La pace possibile (Franco Brioschi editore, 370 pagine, 18 euro) e con prefazione a firma di Giulio Terzi di Sant’Agata, già ambasciatore italiano negli Usa e oggi Ministro degli Esteri.

Si sbaglia affermando che è stato Hammarskjöld a inventare l’Onu, ma non si esagera dicendo che, senza di lui, l’Onu non sarebbe quella che è, cioè la protagonista assoluta della politica mondiale. Come spesso accade, il mondo si accorse della sua bravura solo quando era già morto: nessun segretario generale delle Nazioni Unite è mai più riuscito ad eguagliare il suo carisma, la sua importanza. Un paradosso, se pensiamo che al momento dell’elezione fu scelto perché era considerato uno scrupoloso funzionario statale, nulla di più. E, invece, poche settimane dopo la scomparsa, gli fu assegnato il premio Nobel per la pace alla memoria.

Alla presentazione, oltre all’autrice, intervengono il prof. Giampaolo Calchi Novati dell’Università di Pavia e Don Franco Tassone.
 
 Informazioni 
Dove: sala conferenze del Collegio S. Caterina da Siena, via San Martino, 17 - Pavia
Quando: lunedì 19 marzo 2012, ore 21.00

 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/03/2012 (10632)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool