Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 25 febbraio 2020 (563) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Romeo e Giulietta al Besostri
» Dance Studios
» Cenerentola
» Giselle al Fraschini
» Saggio di Naltale Scuola di Danza_Campus Aquae
» La Sylphide
» Giselle
» Volver a mi vida
» "Il Viaggio…Reloaded”
» Eleonora Abbagnato è Carmen
» Raymonda
» Free Hug
» Contemporary Tango
» La vie en rose… Bolèro
» Vidanza
» Note in danza 2012
» Manon al Fraschini
» La scuola di Béjart al Fraschini
» Sogno di una notte di mezza estate
» Il Flamenco spagnolo al Fraschini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10593 del 7 marzo 2012 (2678) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cosa ti manca per essere felice?
Cosa ti manca per essere felice?
Una domanda non banale dà il titolo allo spettacolo che, nel giorno dedicato alle donne, avrà come protagonista Simona Atzori, danzatrice di livello internazionale, diversamente abile, accompagnata da ballerini e primi ballerini del corpo di ballo del Teatro alla Scala.

Tratto dall’omonimo volume della stessa Atzori, da poco edito per Mondadori, lo spettacolo è impreziosito dalla collaborazione artistica con il concertista e compositore Alberto Traversi.
 
L’intento di questo spettacolo – il cui ricavato sarà devoluto all’Associazione Anffas Onlus di Vigevano e Dopo di noi (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) – è quello di rendere omaggio, con e insieme a Simona Atzori, alla Donna e al suo coraggioso ruolo nella società: l’intima tenacia che nella donna si coniuga a un’innata eleganza si fa, da sempre, portatrice di valori vitali.
 
Quella promossa dal Lions Club Vigevano Host, e qui messa in scena l’8 marzo 2012, è la prima mondiale assoluta della rappresentazione.
 
Simona Atzori è nata a Milano il 18 giugno 1974. È pittrice, avendo iniziato a quattro anni come autodidatta. A nove anni è entra a far parte della Associazione dei Pittori che Dipingono con la Bocca e con i Piedi. A diciassette, a Roma, partecipa alla mostra internazionale dell’Associazione e dona a Papa Giovanni Paolo II un suo – del Santo Padre – ritratto durante una udienza privata in Vaticano. A ventidue si iscrive alla facoltà Visual Arts presso la University of Western Ontario in Canada, dove si laurea con Honour nel 2001.
Pittrice, dunque; e danzatrice: balla da quando, a sei anni, ha iniziato a seguire corsi di danza classica. È stata ambasciatrice per la Danza nel Grande Giubileo del 2000: danza allora, per la prima volta nella storia, in chiesa, con la coreografia Amen che è stata inserita nella Grande Enciclopedia Multimediale del Vaticano. Danza alla cerimonia di apertura alle Paralimpiadi di Torino 2006. Danza, in un fermo-immagine di grande impatto, sulla copertina del libro di Candido Cannavò E li chiamano disabili.

 

 
 Informazioni 
Dove: Teatro Cagnoni, c.so Vittorio Emanuele II, 43 - Vigevano
Quando: giovedì 8 marzo 2012, ore 21.00
Biglietti: Intero 25,00 euro; ridotto fino a 17 anni 16,00 euro; loggione 12,00 euro.
 
 
Pavia, 07/03/2012 (10593)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool