Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (277) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Gli sposi e la Casa
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Concorso Il rispetto dell'altro
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Africando
» Giornata del Naso Rosso
» Pint of Science
» BambInFestival 2019
» Festival della Filantropia
» Sua Maestria
» CineMamme: al cinema con il bebè
» Home
» Uno sguardo sulla congiuntura economica italiana e mondiale
» GamePV
» #quandocaddelatorrecivica
 
Pagina inziale » Oggi si parla di... » Articolo n. 10544 del 22 febbraio 2012 (3446) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sant’Agostino dalla Sardegna a Pavia
Sant’Agostino dalla Sardegna a Pavia
Il Comitato Pavia Città di Sant’Agostino organizza per sabato il Convegno "La translatio del corpo di Sant’Agostino dalla Sardegna a Pavia: la storia e l’attualità".
 
Il Convegno si svolge in concomitanza della memoria storica dell’arrivo a Pavia del corpo di Sant’Agostino nel sec. VIII, una delle quattro date “agostiniane” nel corso dell’anno che particolarmente sottolineano il legame fra Pavia e il Santo Dottore della Chiesa che è sepolto nella Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro.
 
Il Convegno è organizzato dalla Commissione storico-artistica del Comitato su un’idea di Renata Crotti, docente dell’Università di Pavia che terrà anche la prima relazione, nella quale metterà in luce l’importanza della presenza del corpo di Agostino a Pavia, investigando da un punto di vista storico le motivazioni che hanno spinto il più grande dei re longobardi, Liutprando, anch’egli sepolto nella Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro, a far trasportare nella città capitale del regno il corpo di uno dei più grandi santi dell’antichità.
Siamo - spiega Renata Crotti - nella prima metà dell’VIII secolo: i Longobardi sono in Italia da 133 anni. Da tempo si sono convertiti al cattolicesimo, dopo essersi stati a lungo cristiani ariani.   Liutprando che regna in quegli anni conduce una politica di respiro europeo ed opera come difensore dell’ortodossia cattolica: in oriente contro gli iconoclasti che volevano la distruzione delle immagine e in occidente contro gli arabi che dilagavano nel Mediterraneo. Era necessario affermare con forza il ruolo del cattolicesimo. Così, ritrovato il pieno appoggio della Chiesa di Roma e della Chiesa locale, in un contesto di piena solidarietà tra il papato, l’episcopato pavese e il potere politico, realizza l’impresa del trasporto alla capitale Pavia dalla Sardegna, minacciata dalle incursioni arabe, del corpo di sant’Agostino, uno dei padri della Chiesa cattolica. Fu un evento rilevante per tutta la cristianità di cui stranamente non sono note fonti coeve, se si esclude quella ‘lontana’ di Beda, padre della storiografia anglica. Fu di certo un’impresa che contribuì a rendere ancora più grande la citta capitale del regno”.
 
Fra i relatori della giornata ricordiamo Fabio Besostri dell’Archivio Storico Diocesano di Pavia (Agostino, Siro, Epifanio: valore spirituale e valenza politica delle reliquie dei santi), Clario Di Fabio dell’Università di Genova (Memorie e luoghi agostiniani a Genova e linee progettuali di ricerca), Maurizio Ceriani parroco di Casei Gerola (Le tappe della translatio: Savignone e Casei), Vittorio Pasotti, studioso locale (Sant’Agostino a Cava; Cava all’Ermitage), Giovanni Lenzi della comunità agostiniana di Pavia (Il Cammino di Sant’Agostino da Genova a Pavia: testimonianza).
I lavori saranno coordinati da Maria Teresa Mazzilli dell’Università di Pavia e conclusi da Padre Vittorio Sartirana, presidente del Comitato Pavia Città di Sant’Agostino.
 
Nel pomeriggio (ore 15.30) si terrà la visita guidata alla Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro promossa dall’Associazione Alunni dell’Università di Pavia di cui Sant’Agostino è co-patrono. In serata (ore 21.00), sempre in Basilica, il Circolo Logudoro di Pavia offrirà il concerto del Gruppo Polifonico di Sant’Anastasia di Buddusò (SS).
 
 Informazioni 
Dove: nella Sacrestia della Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro, piazza San Pietro in Ciel d'Oro - Pavia
Quando: sabato 25 febbraio 2012, a partire dalle 9.30

 

Comunicato Stampa
a cura di Antonello Sacchi

Pavia, 22/02/2012 (10544)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool