Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 29 settembre 2020 (1064) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Mozart, un ragazzo davvero galante
» Lo Stradivari di Kavakos
» Concerto straordinario de I Solisti di Pavia
» Hiroaki Masuda e Milano Classica
» La stagione concertistica vogherese

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 10512 del 13 febbraio 2012 (2190) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Concerto per due clavicembali e orchestra
Concerto per due clavicembali e orchestra
La stagione di musica del Teatro Fraschini prosegue venerdì sera, con il concerto diretto da Marco Guidarini per due clavicembali - Maurizio Salerno e Maurizio Croci - e orchestra.
 
In programma musiche di Carlo Galante - I tempi di Dafne -, per due clavicembali e orchestra, J. S. Bach - Concerto per 2 clavicembali e orchestra BWV 1061 -, in Do Maggiore, W. A. Mozart - Serenata K 203 -, in Re Maggiore.
 
Marco Guidarini, genovese, ha studiato violoncello al Conservatorio della sua città natale, seguendo persino i corsi di André Navarra a Vienna. La sua carriera musicale comincia all’Opéra de Lyon, in qualità di assistente di John Eliot Gardiner, in Falstaff e Le Comte Ory.
Prosegue l’attività in Gran Bretagna e in Irlanda dove dirige essenzialmente Mozart e Puccini. Debutta quindi al Vancouver Opera (Don Pasquale, La bohème), e in Australia dove l’Opera House di Sydney e l’ABC Radio Orchestra di Melbourne lo scritturano per diverse stagioni; nel settembre 2001 dirige il Requiem di Verdi a Adelaide.
Dopo l’Australia, torna in Europa sui podi di Stoccolma, Copenaghen, Oslo, Ginevra, Bilbao, Valencia. Alla Deutsche Oper di Berlino e allo Staatsoper di Monaco dirige Il barbiere di Siviglia. In Italia eccelle in I Lombardi a Bologna, La Traviata a Messina, Macbeth (versione 1847) al Festival di Martina Franca e I Capuleti e I Montecchi a Reggio Emilia. Nel suo repertorio figura anche l’opera francese con Roma di Massenet, Roméo et Juliette di Berlioz (Festival di Martina Franca) e Carmen (Messina).
Il suo debutto sul podio negli USA risale al 1997 dove tornerà spesso: Los Angeles (Il barbiere di Siviglia nel 1997 e Madama Butterfly  nel 1999), Minneapolis (Semiramide di Rossini, nel 2000) e al New York City Opera. A Dallas dirige con un enorme successo di pubblico Il Barbiere diSiviglia, con Jennifer Larmore e Bruce Ford.
In Francia è particolarmente apprezzato per la sua conoscenza e interpretazione della musica di Verdi che ne fanno un direttore particolarmente richiesto. 
 
Sarà tuttavia nell'estate del 2001 che Marco Guidarini riceve una vera e propria consacrazione ottenendo, uno dopo l'altro, tre enormi successi unanimi di critica e di pubblico nell’ambito delle celebrazioni del centenario della morte di Verdi: Giovanna d’Arco al Festival di Saint Denis, con l’Orchestra nazionale di Francia, Rigoletto alle Chorégies di Orange con la stessa orchestra, e Aida allo Stade de France con l’Orchestra di Radio France. Al New Zealand Festival di Wellington, dirige Simon Boccanegra. Le formazioni italiane sono le prime a contattarlo per il repertorio sinfonico: l’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l'Orchestra Regionale Toscana e quella della RAI di Roma.
Intensifica allora la sua attività sinfonica dirigendo più volte l’Orchestra della SWF di Baden-Baden, l’Orchestra Sinfonica del Quebec, I Filarmonici di Torino, l’Orchestra da Camera di Stoccolma, l’Orchestra internazionale d’Italia, l'Orchestra Filarmonica di Hong-Kong.
In Francia, Marco Guidarini è richiesto spesso dall’Orchestra nazionale di Francia e da quella di Montpellier.
Dal 1 ottobre 2001 Marco Guidarini è il Direttore musicale dell’Orchestra Filarmonica di Nizza.
Ha fondato inoltre l’ensemble Apostrophe della Filarmonica di Nizza dedicato alla musica del XX secolo e alla creazione contemporanea.
 
Nato a Milano, Maurizio Salerno si è diplomato in organo e composizione organistica presso il Conservatorio della sua città e in clavicembalo presso i conservatori di Lugano e Torino sotto la guida di Ottavio Dantone. Si è perfezionato presso la Schola Cantorum di Basilea con Jean-Claude Zehnder e in seguito ha studiato con Andrea Marcon. 
Come solista svolge un'intensa attività concertistica in Italia e in Europa, ed ha inoltre tenuto concerti negli Stati Uniti, Sud America, Russia e Australia. Insieme al violinista Stefano Montanari ha fondato l’ensemble “L'Estravagante”, con il quale ha registrato opere di Buxtehude, Pachelbel e Bach. Come continuista collabora con prestigiose orchestre europee.
In duo con Edoardo Bellotti ha registrato numerosi cd a due organi per la rivista Amadeus e per Bottega Discantica. Tiene regolarmente corsi presso importanti Accademie e Conservatori di Musica.
E’ organista titolare della prestigiosa Basilica di Santa Maria della Passione a Milano. Insegna organo e composizione organistica presso il Conservatorio di Brescia.
Diplomatosi in organo e composizione organistica ed in clavicembalo presso i conservatori di Milano e Trento, Maurizio Croci si è perfezionato in seguito per un quadriennio alla Schola Cantorum Basiliensis, nelle classi di organo e clavicembalo di Jean-Claude Zehnder e Andrea Marcon.
Parallelamente alla sua formazione musicale si è laureato in Musicologia all’Università di Friburgo (Svizzera) sotto la direzione di Luigi Ferdinando Tagliavini. Laureato al Concorso internazionale « Paul Hofhaimer » di Innsbruck (1998)  svolge un’intensa attività concertistica come organista e clavicembalista in tutta Europa, Russia e Giappone. In occasione del 250° anniversario della morte ha eseguito a Berna l’opera integrale per organo di Johann Sebastian Bach. Ha registrato per la radio e la televisione e pubblicato cd. È regolarmente invitato a tenere masterclasses e come membro di giurie di concorsi internazionali (Alkmaar, Tolosa, Landsberg, Borca). Ha pubblicato articoli di musicologia.
Maurizio Croci è professore di organo presso la Haute Ecole de Musique de Lausanne (HEMU). Insegna inoltre clavicembalo ed è responsabile del dipartimento di musica antica presso la Civica Scuola di Musica. È organista titolare della Basilica della SS. Trinità di Berna e della Chiesa del Collège St-Michel di Friburgo. È direttore artistico dell’Académie d’Orgue de Fribourg, rappresenta la Svizzera nel consiglio dei direttori artistici dell'associazione European Cities of Historical Organs (E.C.H.O).

 

 
 Informazioni 
Dove: Teatro Fraschini, c.so Strada Nuova, 136 - Pavia
Quando: venerdì 17 febbraio 2012, ore 21.00

 

Comunicato Stampa

Pavia, 13/02/2012 (10512)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool