Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 15 aprile 2021 (434) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10488 del 7 febbraio 2012 (2630) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Magia della voce
Edoardo Siravo
Al teatro sociale di Stradella arriva Magia della voce, un mix di prosa e musica prodotto dal Teatro Carcano.
Quello in calendario per sabato sera sarà, infatti, uno spettacolo – realizzato da un progetto originale di Gabriella Panizza – che accende i riflettori sul rapporto Libretto-Musica, mettendo a confronto alcuni dei più importanti monologhi del teatro di prosa con le arie liriche che da quei testi sono state tratte. Si propone, dunque, di confrontare due diverse forme di espressione vocale, monologhi e arie liriche: un dialogo tra recitazione e canto, che esalta i contrasti psicologici e le vicende passionali della drammaturgia attraverso la mediazione della musica.
 
L’effetto che se ne ricava é assolutamente sorprendente, come é apparso evidente in tutti i teatri dove lo spettacolo é stato rappresentato: dal Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Comunale di Modena, al Teatro Bellini di Catania, e così via.
 
Beaumarchais, Hugo, Schiller, Shakespeare forniscono i personaggi, le situazioni, i discorsi in cui si esalta la recitazione: dalla disperazione del buffone Triboulet a cui hanno rapito la figlia al rovello sulla natura effimera del potere di Don Carlos raffigurato da Victor Hugo; dalla rabbia tragicomica di Ford, il “cornuto” delle Allegre comari ai dubbi esistenziali di Amleto e alla losca trama di Jago, nati dal genio shakespeariano.

 
Al termine di ogni pezzo letterario recitato segue il corrispondente pendant musicale: il baritono si cimenta nelle famose arie Cortigiani, vil razza dannata... e in altri brani verdiani da Don Carlos a Falstaff e Otello, nelle mozartiane Le nozze di Figaro e nel brano Essere o non essere da Hamlet di Thomas.
 
La potenza della parola si fonde con la suggestione del canto, le frasi riaffiorano quasi identiche nelle romanze, ma “asciugate” in funzione dell’essenza del melodramma: principale protagonista diventa la musica, cui spetta il compito di trasmettere l’impatto emotivo nell’impeto del sentimento.
 
Protagonisti della serata: Roberto Servile, baritono, Edoardo Siravo, voce recitante, e GianLuca Ascheri, al pianoforte.
 
 Informazioni 
Dove: Teatro Sociale di vicolo Faravelli, 1 – Stradella
Quando: sabato 11 febbraio 2012, ore 21.00
Per informazioni: tel. 0385/240121 e-mail: info@teatrostradella.it
 
 
Pavia, 07/02/2012 (10488)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool