Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (1172) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10436 del 19 gennaio 2012 (2514) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mamma ce n'é due sole
Mamma ce n'é due sole
Paola Quattrini e Debora Caprioglio ritornano, quest’anno accompagnate da  Rosario Coppolino, sul palcoscenico del teatro Besostri sabato sera con la commedia Mamma ce n'é due sole di Dany Laurent.
 
L’autrice, il cui vero nome è Daniele Sibre, è nata a Belfort (Francia) il 2 giugno 1942. E’ autrice di libri e spettacoli teatrali. Inizia la sua carriera come scrittrice di storie per bambini tra cui “Il Tasso con gli occhiali” scritto nel 1989 e tradotto in tedesco, italiano, coreano e castigliano. Nel frattempo, mette in scena spettacoli per bambini cui partecipa come attrice. Ha recitato anche in commedie classiche come La scuola delle mogli di Molière, Pelle d’asino di Perrault, L’eterno marito di Dostoevskij.
 
"Di mamma ce n’è una sola”, recita il famoso detto. Ebbene, non sempre: in questa storia ce ne sono due! Giuseppina è una donna di mezza età, giovanile, simpatica, cordiale e spiritosa. Nasconde un segreto: a vent’anni ebbe un figlio (Valentino) da un uomo che subito la abbandonò. Troppo povera per poterlo allevare, Giuseppina affidò il bambino ad un orfanotrofio, ma ne seguì sempre le vicende da lontano. Il piccolo fu adottato da una coppia benestante, crebbe, ebbe successo come regista televisivo e sposò la bella Carolina.
Un giorno, Giuseppina non resistendo più alla voglia di vedere il figlio ormai trentacinquenne, si presenta in casa di lui offrendosi come governante. Si accorge subito che il matrimonio di Valentino e Carolina è in crisi e si da fare per risolvere i loro problemi: la gelosia (peraltro giustificata) di Carolina, la superficialità di Valentino che, per interesse al proprio lavoro, si presta a soddisfare le voglie sessuali di un potente uomo politico, presentandogli giovani attricette a caccia di notorietà.
Con abilità, esperienza di vita e fantasia, Giuseppina riesce a mettere le cose a posto. L’amore rinasce tra i due giovani sposi che finalmente si accorgono di aspettare un figlio.
Assolto il suo compito, Giuseppina si licenzia e, sorda alle suppliche di Valentino e Carolina che le si sono affezionati e ormai la considerano “di famiglia” se ne va senza rivelare il suo segreto.
Tornerà, un giorno, per conoscere il nipotino? Forse. Con Giuseppina, cuore di zingara, non si sa mai.
 
 Informazioni 
Dove: Teatro Besostri, Mede
Quando: sabato 28 gennaio, ore 21.00
Biglietti: interi euro 22, ridotti studenti e over 65 euro 18.

 

 
 
Pavia, 19/01/2012 (10436)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool