Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 23 luglio 2019 (325) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Festival di Musica Sacra
» Open Day al Vittadini
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 10419 del 10 gennaio 2012 (2242) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dalla Carnia al Canada
Dalla Carnia al Canada
Primi concerti importanti del 2012 a Pavia.
Cominciamo con il concerto di sabato sera, quello di Luigi Maieron.
 
Ai più questo nome non dirà granché, ed è un peccato perché è un personaggio da conoscere assolutamente.
Nato in un piccolo paese della Carnia inizia la sua carriera di musicista accompagnando la madre Cecilia (fisarmonicista) e il nonno contrabbassista. Si fa conoscere al Festival del canto friulano che vince nel 1993 e nel 1995, seguito poi dal Premi Friûl nel 1997. Il suo primo disco Anime Femine (Anima donna) viene pubblicato nel 1998, ed è interamente composto da brani in lingua friulana. Nel 2002 esce l’album Si vif (Si vive), coprodotto da Massimo Bubola e Michele Gazich (violinista e compositore, arrangiatore dell'album). l’album ha ottenuto il quarto posto al Premio Tenco nella categoria “Album in dialetto”).
Nel 2004 pubblica il romanzo autobiografico La neve di Anna, incentrato sulla sua adolescenza e il suo rapporto con la musica.
Nel 2007 esce l'album Une primavere, inciso con diversi musicisti, tra cui il batterista Ellade Bandini, il chitarrista Giorgio Cordini e Michele Gazich, che ancora una volta cura gli arrangiamenti, oltre ad essere coautore della canzone "In viaç" e produttore artistico dell'album. Il disco, vincitore della Targa Deganutti 2007 e finalista al Premio Tenco 2008, contiene sette brani in friulano e tre in lingua italiana, tra i quali "La neve di Anna", che riprende il tema di un racconto dell'omonimo libro.
 
Gli 11 brani di Vino tabacco e cielo, il nuovo lavoro discografico di Luigi Maieron,  sono ballate folk più o meno country, scarne quanto intense
Maieron ha anche fatto una bellissima  "traduzione" di Imagine in friulano, per il progetto Imagine.Pavia.
Con lui (Luigi Maieron: voce, chitarra acustica ed elettrica) sul palco ci saranno Paolo Forte (fisarmonica, tastiere), Franco Giordani (mandolino, banjo, bouzuki, voce), Elvis Fior (batteria) e Paolo Manfrin (basso, contrabbasso, cornamusa, voce).
Si potrebbe accostarlo a cantautori come Massimo Bubola, Gianmaria Testa, Davide Van de Sfroos, ma sarebbe profondamente ingiusto, vista la spiccata e originale personalità delle sue composizioni e interpretazioni. Non mancatelo.
 
E passiamo al concerto di domenica pomeriggio, primo appuntamento del 2012 con i concerti all’ora dell’aperitivo al Bar Trapani: il ritorno dello straordinario songwriter canadese Bocephus King.
Definire lo stile di questo artista non è cosa da poco, data la sua tendenza a miscelare più generi: dal blues alla roots music, dal country al suono tipico della Motown fino a sonorità swing, quasi un incontro tra Tom Waits e il Paul Simon di Graceland.
Sulle scene dal 1996, Bocephus King ha raggiunto il successo con il secondo album A small good thing, considerato tra i 10 migliori album del 1998; è con il successivo Blue sickness che però gli si spalancano le porte del mercato europeo.
L'intensa attività live e un periodo di riflessione, oltre al suo odio dichiarato per il mondo dello show-business, lo tengono lontano dagli studi di registrazione fino al 2004 quando pubblica All children believe in Heaven.
Bocephus King ama molto il nostro paese e il pubblico che accorre ai suoi concerti e ritorna a distanza di un solo anno dal tour che fece tappa proprio al Bar Trapani; un’imperdibile occasione per conoscere uno dei più geniali e genuini musicisti della scena “roots” internazionale, accompagnato da Keith Rose al basso e da Max Malavasi alle percussioni; sarà un evento unico ed emozionante.
 
 Informazioni 
Luigi Maieron & Band
Dove: via Faruffini, 5c/o Spaziomusica - Pavia
Quando: sabato 14 gennaio 2012, ore 22.00
 
Bocephus King
Dove: via Montemaino, 62 c/o Bar Trapani - Pavia
Quando: domenica 15 gennaio 2012, ore 18.00
 

Furio Sollazzi

Pavia, 10/01/2012 (10419)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool