Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 11 dicembre 2019 (624) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Tracce
» IT.A.CÀ
» Una chiesa-museo tra Rinascimento e Barocco
» Mercatino del Ri-Uso – Nuova Vita alle Cose
» A tu per tu con l’antico Egitto
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 10382 del 20 dicembre 2011 (2098) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Piccolo mondo antico
Piccolo mondo antico
Una tradizione che si ripete dal 2001: a Zavattarello, ogni anno, la notte di Natale e il pomeriggio di Santo Stefano, prende vita un presepe davvero "vivente".
 
Gli abitanti di questo che è tra i Borghi più belli d’Italia, non si limitano, infatti, a ricostruire la stalla e rappresentare la Natività, con una processione di pastori e artigiani che si recano a rendere omaggio al Bambin Gesù, ma ogni scena allestita, che compone un percorso di avvicinamento alla capanna del Cristo, è una viva riproduzione della vita e delle attività di un tempo.
 
Il borgo medievale, sovrastato dal Castello Dal Verme, è cornice suggestiva e ambientazione ideale per queste attività: in un angolo del paese il fabbro che batte con il martello, nell’altro il falegname sega una trave, sullo sfondo di viette tortuose e case in pietra locale il panettiere cuoce le focacce, il ciabattino incolla la suola, i pescatori issano le reti, le lavandaie inamidano le lenzuola, le filatrici tessono la lana, i pastori preparano il formaggio...
 
A rendere il tutto ancor più realistico, non ci sono solo costumi antichi, ma anche attrezzi e arredi di un tempo passato che il museo “Magazzino dei Ricordi” mette a disposizione per l'’allestimento delle scenografie: mortai e frantoi, botti e imbottigliatori, seghe e torni, carri, mole e arcolai tornano ad essere strumenti di lavoro quotidiani nelle mani esperte dei figuranti.
 
I visitatori così si sentono parte di questo mondo antico e possono mangiare il pane appena sfornato, bere il vino appena pigiato, toccare la lana appena filata dalle pecore custodite nei recinti, che cedono il passo alla guardia a cavallo che controlla la sicurezza della gente.
 
In questa magica atmosfera a metà tra la fiaba e il sacro, tra la rappresentazione e la vita reale si svolgeranno due ore di “messa in scena”, cui seguirà la S. Messa della Notte di Natale nella chiesa di S. Paolo insieme a tutti i figuranti in costume.
 
 Informazioni 
Dove: Zavattarello
Quando: 24 e 26 dicembre 2011, sabato dalle 21.30 alle 23.30 - lunedì dalle 16.30 alle 18.30.
In caso di pioggia, l'evento verrà rimandato a sabato 7 gennaio 2012
 

La Redazione

Pavia, 20/12/2011 (10382)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool