Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 15 novembre 2019 (251) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Concorso Il rispetto dell'altro
» Il Rispetto dell'altro
» Booktrailer Contest
» I poeti laureandi
» Concorso Video: "Il diritto di vivere liberi/libere dalla violenza"
» Festa della Lingua Madre
» Concorso racconti nel futuro
» Spot in the city
» Salami d'Autore 2016
» Concorso “Città di Varzi”: narra il tuo paese
» Festa della Lingua Madre 2016
» 1° Premio Sforzesco 2016
» Grande Concorso per Selfartisti
» Maratona Fotografica!
» Voghera Film Festival
» Il Festival dei ragazzi: iscrizioni 2015
» Concorso letterario Misteri&Manieri d’Oltrepò
» Oltre Sapori da Masterchef!
» Frammenti di violenza
» “4 cuochi per 4 piatti”

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 10381 del 16 dicembre 2011 (3372) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
650 parole in rosa per UniPV: le premiate
650 parole in rosa per UniPV: le premiate
Testa dura. E fortuna. Ecco quello che ci vuole per diventare scrittore, parola di Mino Milani che preferisce definirsi narratore. Scrivere sarà in primo luogo un atto di presunzione, secondo Sebastiano Mondadori, ma alla base, oltre al talento, ci vuole un giusto equilibrio di umiltà e ambizione.
 
A mettere alla prova il proprio talento e giocarsi la fortuna dei premi sono state 39 concorrenti, presenti quasi tutte alla cerimonia conclusiva del concorso 650 parole in rosa per UniPV, inaugurata dalla Rettrice del Collegio Paola Bernardi e dal Presidente del Centro per la Storia dell’Università Dario Mantovani, anche in rappresentanza del Rettore Angiolino Stella.
Durante la serata, alla presenza di quasi tutti i giurati, oltre alla conversazione con gli scrittori, intervistati da Carla Riccardi ed Emmanuela Carbé, alcuni intermezzi musicali (Gabriele Malfatti e Laura Croce) hanno accompagnato la lettura della cinquina di finaliste, tre delle quali premiate con somme messe a disposizione dall’Università.
Tutte hanno scoperto di essere nella “rosa” prescelta solo al momento della lettura delle prime righe del loro testo. Ecco le vincitrici:
 
Prima posizione – Premio: Euro 1200, con possibilità di impegno per un soggiorno presso uno dei partner internazionali del Collegio Nuovo.
Giulia Marziali, III Facoltà di Lettere e Filosofia– More geometrico
638 parole per un’interpretazione dell’Università che affonda le sue radici nelle architetture storiche dei cortili, ma anche nelle scaramanzie universitarie che impediscono di attraversarli. In questa geometria di cateti e ipotenuse, il testo si sviluppa con una passione che unisce il destino dell’Università, che ha attraversato qualsiasi vicissitudine storica, con quello di chi vi studia. Tanto da poter dire: “anche io ce la posso fare. Sono la formula geometrica del mio futuro”. Un futuro che ha davvero radici profonde, come nel motto scelto per le celebrazioni di questo 650mo anno.
 
Seconda posizione – Premio: Euro 800 Euro, con possibilità di impegno per un soggiorno presso uno dei partner internazionali del Collegio Nuovo.
Elena Mordiglia, Laureanda magistrale Facoltà di Lettere e Filosofia – 650 anni di pendolarismo, e non sentirli
655 parole per un punto di vista originale sull’Università, che sa uscire, con una simpatica e gustosa commedia degli equivoci, dalla gloria dei cortili e dalle aule storiche per confrontarsi con lo sguardo di chi, non pochi anche nella Pavia dei Collegi, vive l’Università da “fuori sede”. Uno stile asciutto, semplice, che nella sua concisione riesce a centrare, con scarso scarto (5 parole) l’obiettivo delle 650 parole, e non solo rispettando la “misura” del testo.
 
Terza posizione – Premio 200 Euro (con possibilità di impegno per l’acquisto libri presso la Nuova Libreria Il Delfino). Invito in occasione di una conferenza al Collegio Nuovo (ambito letterario e giornalistico). Stage alla “Provincia Pavese” offerto dal Direttore Pierangela Fiorani (convenzione con UniPV).
Chiara Locatelli, III Facoltà di Lettere e Filosofia– Lotario, Papia 825
629 parole per raccontare in forma mitica e con una prosa poetica, ricca di allitterazioni e metafore ardite, la nascita dell’Università, rievocando addirittura la figura di Lotario, il cui capitolare, 1125 anni orsono, è il primo documento fondativo di quella che poi, 650 anni fa, si sarebbe costituita come Università. Un’Università vista come “tempio” e “nido di pietra” ma che si trasfigura dinamicamente in “trampolino di acerbi ingegni pronti a spiccare il volo”.           
 
Due menzioni anche per Maria Francesca Nuzzo (III Facoltà di Lettere e Filosofia - Attraverso un fondo di bicchiere, IV posto) e  Serena Claudia Giglio (laureanda magistrale Facoltà di Lettere e Filosofia - Devo andare, V posto).
 
 Informazioni 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/12/2011 (10381)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool