Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 20 luglio 2018 (472) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia
» Nei Luoghi Elettroacustici
» God’s Angels in concerto
» Ultime Notti Acustiche
» Latin jazz a Romagnese
» Statuto in concerto
» Sugarpie & The Candymen
» For those I never knew
» Tim Grimm e The turning point

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Personaggio
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Bach alla Festa della Musica....
» Video Slam: gara di sequel
» Barocco Fuori
» L’Ora Illegale
» Random
» Fiori nel vento e argento di luna
» Futbol – Storie di calcio
» Maratona Horror al Cineteatro Volta
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Tre pezzi di teatro
» Mangia, bevi e taci!!!
» Spirito di Copenaghen
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10380 del 16 dicembre 2011 (2105) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Solisti di Pavia: compleanno al Fraschini
Solisti di Pavia: compleanno al Fraschini
La storica formazione diretta da Enrico Dindo festeggia i 10 anni dalla nascita con un concerto mercoledì al Teatro Fraschini.
 
Così Enrico Dindo per il decennale: “Nel dicembre 2001 per la prima volta ho visto tutti insieme quella ventina di amici musicisti che avevo radunato per dare vita ad un progetto cameristico che oggi festeggia i suoi primi 10 anni di vita, I Solisti di Pavia. Due giorni dopo, il 21 dicembre, eseguimmo il nostro primo concerto qui al Teatro Fraschini di Pavia. A quell’epoca il mio rapporto con Mstislav Rostropovic era molto stretto, così stretto che qualche tempo primaebbi il grande privilegio di eseguire il concerto di Dvorak diretto da lui proprio qui a Pavia, a San Francesco, poi lo invitai ad accettare la Presidenza Onoraria dei miei Solisti e lui mi disse: “se pensi che ti possa essere d’aiuto, sarà un onore per me accettare”. Fu per me una spinta entusiasmante. Ancora mi commuovo nel ricordare l’abbraccio tra Slava e il Presidente della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Aldo Poli, al termine della conferenza stampa di presentazione. In questi 10 anni abbiamo ricercato un suono, un “modo”, un’estetica di fraseggio musicale che potesse rendere riconoscibile il nostro colore, la nostra voce. Non so se ci siamo già riusciti, intanto noi continuiamo a cercare, sempre,comunque, questa è la nostra missione. Abbiamo condiviso viaggi avventurosi, ore ed ore di convivenza,prove su prove, serate felici ed altre meno, sono nati nuovi amori, nuove musiche, dissapori, abbiamo comunque deciso di dedicare una parte della nostra vita a questo progetto e l’impegno alla fine paga sempre. La nostra Accademia ci ha dato l'opportunità di formare alcuni giovani musicisti ai quali è stata poi data l'opportunità di fare esperienza "sul campo" affiancandoli ai più esperti. Tutto questo è stato possibile grazie ad alcune persone che hanno dimostrato ed ancora dimostrano una sensibilità fuori dal comune e che hanno fatto una scelta chiara e decisa, sostenere l’arte.
Per questo desidero ringraziare di cuore chi ha creduto in me e nelle mie idee consentendomi di realizzare un sogno: grazie ad Aldo Poli, Andrea Astolfi, Paolo Biscottini e, soprattutto, grazie a chi mi ha affiancato con dedizione e rara efficacia nel lavoro organizzativo: grazie a Walter Casali e grazie a tutti i miei ragazzi per il loro apporto musicale sempre ricco di entusiasmo e genuina partecipazione incondizionata.
Ora I Solisti di Pavia sono pronti per una serata speciale, che rimarrà nei nostri cuori, per sempre”.
 
Nel programma le musiche eseguite all’esordio: W. A. Mozart – Sinfonia n. 10 in Sol maggiore; J. Haydn – Cello Concerto in Do maggiore; W. A. Mozart – Sinfonia n. 29 in La maggiore.
 
L’Orchestra, inoltre, si trasforma in Fondazione, a partire da gennaio 2012 l’Accademia musicale di Pavia si trasforma in Pavia Cello Academy, la prima accademia di violoncello in Italia.
 
L’Orchestra da Camera I Solisti di Pavia si è costituita in Fondazione, denominata “Fondazione I Solisti di Pavia”, con sede legale in Pavia, Corso Strada Nuova n. 61.
La Fondazione, costituita per iniziativa della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, si pone quale Ente strumentale al perseguimento delle finalità statutarie della Fondazione stessa, con l’obiettivo di valorizzare la cultura musicale sul territorio nazionale ed internazionale come strumento formativo ed occasione di crescita, garantendo continuità e prestigio alle proprie proposte artistiche, anche al fine di favorire, in Italia e all’estero, la conoscenza della città di Pavia e delle sue iniziative artistiche e culturali. In particolare, la Fondazione si propone come finalità quella di programmare, organizzare e gestire la produzione musicale e la stagione concertistica dell’ensemble cameristico de I Solisti di Pavia, orchestra di cui la Fondazione Banca del Monte di Lombardia è stata uno dei promotori, nonché le attività della “Pavia Cello Academy”, organismo di promozione e formazione musicale di artisti e cultori del violoncello, ivi inclusi interventi di didattica musicale nelle scuole e altre attività formative. Particolare attenzione, infatti, verrà riservata dalla nuova Fondazione alla formazione dei giovani, promuovendo, in collaborazione con scuole, Teatri, Università, attività di aggiornamento e specializzazione nel settore musicale, anche attraverso attività formative per gli studenti.
 
Pavia Cello Academy - Da Gennaio 2012, l’Accademia Musicale di Pavia subirà una profonda trasformazione diventando Pavia Cello Academy, la prima Accademia del violoncello in Italia. Grazie al sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, che da 10anni sostiene il progetto de I Solisti di Pavia, la nuova Accademia potrà ospitare una classe di 12 giovani violoncellisti, i quali avranno la possibilità di approfondire il repertorio violoncellistico, sotto la guida del Maestro Enrico Dindo, nonché l’opportunità di poter partecipare nel corso dell’anno accademico a tre Master Class di altrettanti grandi violoncellisti di fama internazionale, che, nel 2012, saranno Antonio Mosca, Frans Helmerson e Giovanni Sollima. L’Accademia si prefigge altresì lo scopo di dotarsi nel tempo di una biblioteca dedicata al repertorio del violoncello e di dedicarsi alla ricerca di testi originali manoscritti.
La città di Pavia diventa così il centro internazionale del violoncello.
 
 Informazioni 
Dove: Teatro Fraschini, c.so Strada Nuova, 136 - Pavia
Quando: mercoledì 21 dicembre 2011, ore 21.00
Biglietti: da 20 euro a 8 euro. Orari di apertura di biglietteria: 11.00-13.00 / 17.00-19.00 (da lunedì a sabato). Per informazioni: tel. 0382/371214
 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/12/2011 (10380)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool