Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 20 ottobre 2020 (957) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Autunno Pavese: tante novità
» Zuppa alla Pavese 2.0
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Pop al top - terza tappa
» Sagra della ciliegia
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 10288 del 22 novembre 2011 (2742) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La S’ciankada 2011
La S’ciankada 2011
Nell’ultimo sabato novembrino, tavola imbandita alla trattoria “La Barcela” di Travacò Siccomario, sede dell’omonimo circolo culturale, per la tradizionale S’ciankada. Ma se sulla tovaglia apparecchiata, non trovate le posate, non lamentatevi: non è una dimenticanza della cameriera, è uno dei requisiti del cerimoniale imposto dalla serata.
 
Per capire il perché, bisogna tornare indietro di trent’anni. Era, infatti, una serata di novembre del 1981 quando un gruppo di amici, pronti ad affrontare costine di maiale, cosce d’anatra e altri piatti di selvaggina, decisero di cenare usando solo le mani… Fu così che, liberatisi delle convenzioni sociali e delle “buone maniere” suggerite dal Galateo, riscoprirono un’atmosfera di semplicità e calore conviviale che sembrava ormai persa. Un’atmosfera che meritava di essere ricreata almeno una volta all’anno: così nacque la S’ciankada, dal dialettale “s’ciankar”, che significa appunto rompere, spezzare con le mani.
 
Per partecipare a questo “rito enogastronomico”, aperto a soci del Circolo e simpatizzanti, occorre dunque attenersi a un ben preciso cerimoniale… pena “l’esclusione” dalla manifestazione dei trasgressori.
Come già detto, le posate sono bandite. Si potrà cenare con l’utilizzo delle sole mani (ma non temete, la cuoca del locale verrà in aiuto ai suoi ospiti proponendo piatti che potranno essere mangiati con facilità: fette di salumi, tocchetti di frittata, ravioli, pezzi di carne al forno e dolce… non al cucchiaio).
Non sono previsti bicchieri: il vino novello, da degustare in accompagnamento alle portate, verrà servito in apposite ciotole (e sostituito da acqua per gli astemi).
I commensali dovranno indossare un grande bavagliolo, tanto quanto basta da consentire loro di “lasciarsi andare” senza troppa paura di sporcarsi. E qui si consiglia di sbizzarrire, ed esibire, la propria fantasia, perché un’apposita “giuria”, a fine serata, premierà il bavaglio più bello, quello più simpatico e quello più osé.
Possedere una grande dose di allegria e voglia di stare insieme è, infine, requisito sine qua non per godere col giusto spirito dell'iniziativa.
 
L’edizione di sabato prossimo sarà anticipata (ore 19.30) dalla conferenza del prof. Dario Cova sul tema “Sua Maestà il Maiale - Storia, storie di un generoso compagno dell’uomo”.
 
Dario Cova, Primario Emerito Onco-Geriatra e docente presso la Scuola di specializzazione in Farmacologia dell’Università degli Studi di Milano, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali. Per queste attività è stato insignito dal Presidente della Repubblica della Medaglia d’Oro “al Merito della Sanità Pubblica”, insignito della onorificenza di Commendatore dell’Ordine “al Merito della Repubblica Italiana” dal comune di Milano gli è stata conferita la “Medaglia d’Oro di Benemerenza Civica, Ambrogino d’Oro” ed è inoltre stato premiato dal Rotary International con il prestigioso riconoscimento “Paul Herris Fellow”.
La sua grande passione e la capacità di rileggere gli avvenimenti storici in modo originale, ricco di aneddoti, lo ha portato a tenere numerose conferenze ed essere coautore di numerosi volumi di grande successo.
 
L’apertura ufficiale della S’ciankada” è fissata per le 20.15 e sarà sancita dal consueto taglio del nastro che inaugura “la fonte del vino novello”, una spiritosa fontanella dell’acqua (come quelle che non mancano mai in un parco giochi) riconvertita a “distributore di vino”.

Che altro aggiungere? Lavatevi bene le mani e buon appetito!

 
 Informazioni 
Dove: via Battella, 16 c/o Trattoria “La Barcela” Frazione Battella –Travacò Siccomario
Quando: sabato 26 novembre 2011
Partecipazione: le prenotazioni verranno accettate sino ad esaurimento posti e comunque non oltre giovedì 24 novembre.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0382/33636 – e-mail: segreteria@barcela.it
 

Sara Pezzati

Pavia, 22/11/2011 (10288)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool