Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (950) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10223 del 4 novembre 2011 (3755) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
“Una Vita Non Basta”: le “prime dimenticate” a Pavia
“Una Vita Non Basta”: le “prime dimenticate” a Pavia
Non è mai troppo tardi. O almeno così ci piace pensare carissimi mieipavesi, non è mai troppo tardi.
Se me lo aveste chiesto qualche anno fa non avrei avuto dubbi in proposito: il cinema che conta, quello che fa riflettere, che fa pensare, che migliora il tuo senso estetico e quindi tout-court la vita, continuerà ad arrivare in città come Pavia, in un modo o nell’altro. Non c’è alternativa. Non ci può essere. La gente ne ha troppo bisogno. Punto.
 
Bene. Se siete in un periodo di ottimismo sfrenato, non vi consiglio di pormi di nuovo la domanda in questi giorni...
Eppure i segnali da parte del pubblico sono evidenti. Altrimenti come mai la presenza confortante in città di un regista giovane e bravo come Gianclaudio Cappai nell’ultimo Festival dei Diritti del CSV? Altrimenti come mai le quasi trecento persone mercoledì 2 novembre per This is England di Shane Meadows, un film dimenticato, messo nel cassetto ben cinque anni fa, dopo il premio alla Festa del Cinema di Roma edizione 2006 e tirato fuori solo ora dalla miope distribuzione italiana: forse che le lapidi nei cimiteri ebraici non si imbrattano di svastiche nel nostro paese? Altrimenti come mai la sala bella colma anche ieri sera giovedì 3 novembre all’Auditorium del collegio Ghislieri per quella chicca de’ I misteri del giardino di Compton House, esordio alla fiction di lungometraggio di quel grandissimo visionario che è Peter Greenaway, annata 1982?
Ecco. I segnali non mancano. E allora che cosa manca?
 
Di solito manca la cosiddetta “risposta delle istituzioni”. Un segnale chiaro e netto che chi ci governa, anche e soprattutto localmente, ha davvero a cuore il livello di consapevolezza di chi sta amministrando. Che ci tiene a garantire un’offerta culturale di qualità a questa città. Perché la cultura e l’arte migliorano la vita. Perché, come mi è capitato di leggere sui muri dell’Università di Paris 8, se pensate che la cultura sia cara, provate l’ignoranza!
Ed ecco allora la scommessa di Una Vita Non Basta, la prima rassegna cinematografica di film di qualità voluta dall’Assessorato all’Istruzione del Comune Di Pavia in programmazione al teatro Cesare Volta, nel Rione Scala.
 
Cinque film, tutti in prima visione, tutti di grande e riconosciuto successo sia di pubblico che di critica, tutti premiati a festival e mostre internazionali, ma mai presentati a Pavia. Ed il filo conduttore è duplice: prima di tutto la sfida alla noiosa routine delle nostre esistenze: prendiamoci un po’ di tempo per noi stessi. Decidiamo per le nostre vite. Dedichiamoci a noi stessi e concediamoci un buon film al cinema, con la nostra famiglia o i nostri amici, al prezzo assolutamente popolare di soli 2 eurini, pensateci, una moneta da 2 euro a testa. Secondo filone, re-impariamo che il cinema continua ad essere Bigger Than Life, più grande della vita, e proprio per questo continua a comunicarci qualcosa.
Perché, e diciamolo una volta per tutte, non è il cinema ad essere importante, quanto l’effetto che il cinema ha sulle nostre coscienze. Le emozioni che ci provoca. Le ansie che riesce a curare, la voglia che riesce a darci di tirare avanti. L’entusiasmo che risveglia nel nostro profondo.
 
Venite a vedere Boris-il film allora giovedì 10 novembre, di Ciarrapico, Torre e Vendruscolo, sul divertentissimo sottobosco cinematografico-intelletualoide romano, e mi direte se ho ragione...
 
 Giovedì 10 novembre
Boris - Il film -
Regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo
con: Francesco Pannofino, Caterina Guzzanti, Pietro Sermonti, Alessandro Tiberi, Luca
Amorosino, Valerio Aprea, Antonino Bruschetta, Paolo Calabresi, Antonio Catania, Carolina Crescentini, Massimo De Lorenzo, Alberto Di Stasio, Roberta Fiorentini, Claudio Gioè.
Italia 2011, 108' Italia 2011, 108'.
Trama: René Ferretti, un regista televisivo che sogna di passare al cinema, dopo anni di fiction su carabinieri, ospedali e “scemeggiati” in costume arriva al film "d'autore". Le sue scoperte però saranno disarmanti: un sottobosco snob, attrici nevrotiche, direttori della fotografia che si credono grandi artisti, il successo al botteghino e lo spettro del "cinepanettone".

Il cult Boris, per la gioia dei fan, finalmente anche a Pavia e su grande schermo. Comicità attuale ed efficace, risate a scena aperta e passaggi impagabili: René che ispira l’attrice senza voce, il covo degli sceneggiatori di Sinistra Democratica. Insomma: la miglior commedia italiana oggi. Divertente.
(promozione culinaria Pizzeria Ristorante “Smeraldo”, via dei Longobardi 1 - San Genesio ed Uniti)
 
 Martedì 15 novembre
Questa Storia Qua
Regia di Alessandro Paris, Sibylle Righetti
Italia 2011, 75’ - Mostra del cinema diVenezia 2011.
Trama: Vasco e le tappe del suo viaggio che da Zocca, provincia di Modena, lo porta sino all’enorme successo di oggi. Senza mai prendersi troppo sul serio. Una storia personale, che restituisce un’epoca ed una generazione. Accanto a lui gli amici, gli affetti di una vita, i musicisti che lo seguono da sempre. Un luogo fatto di ricordi, nostalgie, ribellione, libertà e talento. Il posto dove nascono le sue canzoni.
 
30 milioni di dischi venduti in 30 anni di carriera, un successo che non tramonta, una storia unica quella di Vasco Rossi, che in Questa storia qua per la prima volta si
racconta, consegnandoci un ritratto intimo. Filmati super 8, fotografie di famiglia, VHS amatoriali e vecchie registrazioni radiofoniche. Un quadro nuovo ed autentico del rocker emiliano. Musicale.
(promozione culinaria La Caveja Piadinerie” Centro Commerciale Carrefour, via Vigentina - Pavia)
 
 Giovedì 17 novembre
The Eagle 
Regia di Kevin Macdonald
con Channing Tatum, Jamie Bell, Donald Sutherland, Mark Strong, Tahar Rahim, Douglas Henshall, Denis O'Hare, Julian Lewis Jones
USA, Gran Bretagna 2011, 114'.
Trama: 135 d.C., 15 anni dopo che la Nona Legione è sparita tra le montagne della Scozia, Marcus Aquila deve scoprire che cosa è accaduto di quella spedizione. Suo padre era infatti il comandante della legione e Marcus spera di riabilitarne l'immagine e la reputazione. Il Vallo di Adriano e gli altopiani traditori della Caledonia. Un unico compagno di viaggio, Esca, lo schiavo britannico. La memoria del padre e le tribù selvagge. La ricerca disperata del prezioso vessillo d'oro della legione perduta: l'Aquila del Nord.

Per i discendenti di William Wallace, l’eroe di Braveheart,
la sconfitta dei legionari è impressa nella mitologia nazionale, in chiave forse più anti-inglese che storica, ma The Eagle punta sull’avventura più autentica, optando per una messa in scena assolutamente realistica. Scena topica: l’avanzare della testuggine legionaria a inizio film. Efficace.
(promozione culinaria “Mc Donald's”, viale Brambilla 34 – Pavia)
 
 Mercoledì 23 novembre
Source Code
Regia di Duncan Jones
con: Jake Gyllenhaal, Michelle Monaghan, Vera Farmiga, Jeffrey Wright, Russell Peters,
James A. Woods, Michael Arden, Joe Cobden, Cas Anvar, Gordon Masten
USA, Francia 2011, 93'.
Trama: Il capitano Colter Stevens si sveglia su un treno per pendolari diretto a Chicago. Tutti lo conoscono, ma lui non ha nessuna idea di chi sia o di dove si trovi. L'ultima cosa che ricorda era che stava volando su un elicottero in Iraq. Improvvisamente un treno -che viaggia nella direzione oppostaesplode provocando la morte di Colter e dei suoi compagni di viaggio. Ma subito dopo Colter si risveglia di nuovo. È in una camera di isolamento, e scopre di essere parte di una missione molto ma molto speciale…
 
Azione a ripetizione, un impianto che regge, personaggi che funzionano, la tensione che cresce. Epilogo mélo e sottofinali che citano il paradosso del gatto di Schrödinger.
Molto mosso anzi agitato.
(promozione culinaria “Mc Donald's”, viale Brambilla 34 – Pavia)
 
 Mercoledì 30 novembre
Affetti & Dispetti (La Nana) 
Regia di Sebastián Silva
con: Catalina Saavedra, Claudia Celedón, Alejandro Goic, Andrea García-Huidobro,
Mariana Loyola, Agustín Silva, Darok Orellana, Sebastián La Rivera, Mercedes Villanueva, Anita Reeves
Cile, Messico 2009, Drammatico-Commedia, 95'.
Trama: Raquel festeggia il compleanno nella casa in cui è a servizio da oltre vent’anni. Ha cresciuto i figli della coppia e si illude di essere diventata parte integrante della famiglia. Per questo vive come una minaccia l’arrivo di nuove aiutanti e sistematicamente le mette in fuga. Sarà proprio Lucia però, una cameriera più giovane, ad aiutarla a capire che la sua vita può essere altrove.
 
Girato in HD con colori desaturati ed una instancabile macchina a mano, La Nana segue una quotidianità/ritualità nervosa e straniante. Un’opera in cui prevalgono il corpo e lo sguardo con gli occhi sbarrati della protagonista, la brava e inquietante Catalina Saavedra, premio speciale all’ultimo Torino Film Festival.
Autentico.
(aperitivo gratuito, in teatro, offerto da: “La Serenissima” Ristorazione)
 
     
Ogni proiezione sarà abbinata ad una promozione culinaria con sconti presso gli esercenti validi per la serata della proiezione o il giorno successivo .
 
 Informazioni 
Dove: Teatro Cesare Volta, Rione Scala - Piazzale Salvo d’Acquisto - Pavia
Quando: 10,15, 17, 23 e  30 novembre 2011, ore 21.00
Ingresso:  2,00 euro - fino ad esaurimento posti

 

Roberto Figazzolo

Pavia, 04/11/2011 (10223)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool