Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 14 dicembre 2019 (209) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» Una chiesa-museo tra Rinascimento e Barocco
» A tu per tu con l’antico Egitto
» Loggetta Sforzesca
» Kosmos - nuovo polo museale dell'Università di Pavia
» A tu per tu con Atleti e Veneri
» 117 Visite Guidate al Museo della Certosa di Pavia
» Dai fondi oro ai leonardeschi
» Andiamo in cripta
» I giorni di Ugo Foscolo a Pavia
» Serate d'estate in Castello

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 10148 del 11 ottobre 2011 (3408) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Volere e potere al femminile
Volere e potere al femminile
Volere e potere. Le donne nella storia di Pavia” è un’iniziativa dell’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Pavia, con la collaborazione della Società Cooperativa Progetti.
Si tratta di un programma che prevede quattro itinerari guidati – spiega Cristina Niuttain luoghi simbolo di Pavia e caratterizzati dalla presenza o dalla memoria di donne illustri. Gli antichi monasteri femminili, le sale delle dame viscontee, le aule universitarie di Maria Teresa d’Austria verranno aperti per l’occasione, si potranno ammirare i dipinti ed i ritratti di sante e beate legate a Pavia, nonché le opere di pittrici locali. I percorsi fanno riferimento a diversi periodi storici e nell'insieme offriranno un panorama generale sulla vita delle donne che hanno fatto la Storia della nostra Città. L’intento del mio Assessorato, seguendo il filo conduttore del potere al femminile - tema sempre di attualità - non è solo quello di celebrare la storia pavese legata alle donne, ma anche quello di rendere omaggio a tutte le donne “comuni” che ogni giorno studiano, lavorano, diventano mamme e fanno crescere la nostra società, caratterizzandola con spirito d’iniziativa e determinazione. Credo fermamente che sia sempre necessario porre l’attenzione sul lavoro e sul ruolo delle donne, perché ancora oggi vi è molto da fare per realizzare reali pari opportunità tra uomini e donne.”
 
Il ciclo prenderà il via nel pomeriggio di domenica 16 ottobre, con ritrovo in via Mascheroni 36, con l’itinerario “Regine e Badesse: storie di potere”, alla scoperta degli antichi Monasteri femminili, costruiti da importanti regine e retti da potenti badesse. Per l’occasione aprirà le porte ai visitatori il Seminario, un tempo prestigioso monastero di S. Maria di Teodote, avvolto ancora oggi nella leggenda legata alla giovane Teodote. I visitatori potranno ammirare anche la chiesa e la cripta di S. Giovanni Domnarum, la cui storia si intreccia alle vicende di una regina longobarda e delle sue dame di corte.
Non mancheranno riferimenti al complesso di San Felice, voluto dalla moglie dell’ultimo re longobardo Desiderio, e al monastero di Santa Maria delle Cacce, in cui hanno vissuto per secoli badesse e monache.
 
Domenica 23 ottobre, con ritrovo alla biglietteria dei Musei Civici (Castello Visconteo), si svolgerà il secondo appuntamento interamente dedicato a “Le Dame del Castello: potere a corte”.
Il cortile, il loggiato superiore, le sale affrescate della Colombina e quelle con i dipinti delle signore del castello, la cappella ducale verranno aperti gratuitamente per i visitatori, che avranno così occasione di scoprire la vita delle duchesse viscontee.
 
Si proseguirà domenica 6 novembre, con ritrovo all’ingresso centrale dell’Università (Strada Nuova, 65), con un itinerario dal titolo “Imperatrici e laureate: potere e sapere” dedicato interamente al sapere femminile.
L’Università, le aule storiche, l’aula Foscolo, con il ritratto di Maria Teresa d’Austria, faranno da cornice alla visita dedicata alla scoperta dell’imperatrice, degli studi universitari delle prime donne laureate, delle professioni al femminile di donne che hanno lasciato un segno nel mondo del sapere.
 
Si concluderà domenica 13 novembre, con ritrovo nuovamente alla biglietteria dei Musei Civici (Castello Visconteo), con la visita “Pittrici e sante: l'arte del potere”. La Pinacoteca dei Musei Civici e la quadreria dell’Ottocento saranno visitabili gratuitamente per ricordare sante e beate della storia pavese e per rendere omaggio alle pittrici locali.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia
Quando: nelle date indicate, alle 15.30
Per informazioni: tel. 0382/530150
 

Comunicato Stampa

Pavia, 11/10/2011 (10148)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool