Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 19 ottobre 2017 (616) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival Borghi&Valli 2017
» Festival di Natale
» Cori di Borghi&Valli
» Highscore Festival 2016
» Il week di B&V
» Festival Borghi&Valli 2016
» Note di fisarmonica al Festival Viaggi
» Le voci di domani
» Recital lirico per Viaggi
» Festivalino al via le audizioni
» Omaggio alle dive del Cinema Italiano
» Una lunga estate con il Festival Borghi e Valli
» Festival Ultrapadum - prima!
» 3° Cambiamo Music Festival
» Sugar Pie & The Candyman a Villanterio
» Borghi&Valli: una settimana di appuntamenti!
» Daniele Ronda & Folklub
» Ad Up-to-Penice il Trio di Ola Kvernberg
» Al via la XX edizione di Ultrapadum
» Confronto tra generazioni al Festival dei Diritti

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Famiglia Mirabella
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Sbulloniamo
» Pinocchio
» Il sogno di un uomo ridicolo
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Visita con delitto
» Corsi di teatro per bambini e ragazzi
» La Stagione del Teatro Sociale Stradella
» Cori in festa
» Arie d’Opera al Castello
» Un, due, tre... Shakespeare
» In...tolleranza zero
» Che sarà? Bo!
» Silent Party a Pavia
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 10130 del 5 ottobre 2011 (2849) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Jazz meets Classic
Jazz meets Classic
Dopo la pausa estiva, torna Up-to-Penice, il festival musicale itinerante del Pavese orientale. L’appuntamento è per sabato sera, nella Parrocchiale di Inverno, che ospiterà il pirotecnico concerto “Jazz meets Classic” del pianista austro-tedesco Ratko Delorko.
 
Ratko Delorko, pianista e compositore nato ad Amburgo, è uno dei musicisti più versatili del nostro tempo: docente di pianoforte alla Musikhochschule di Francoforte e artista richiesto in tutto il mondo, è capace di passare dai “Quadri” di Mussorgsky alla Filarmonica di Berlino alle proprie musiche in una cava di ghiaccio in Austria, da un recital davanti a 2000 persone a Pechino ad un “Gershwin Party” sotto al sole della Florida, dall’orchestra sinfonica di St. Martin in the Fields ad un poker di concerti a Kuala Lumpur.
 
La sua filosofia artistica è riassunta nella presentazione del progetto “Zeitklang: musica circolare”, in cui collega senza soluzione di continuità brani della grande tradizione classica a pezzi di sua composizione: «Mi piacciono le passeggiate ai confini; là, dove si dice “No, non si può fare…”. Suonare gli strumenti d´epoca e fare musica elettronica? Collegare Mozart con Chick Corea? Gershwin con Schumann? Si può? Ma certo che si può! Eliminiamo i confini nelle teste della gente fra “musica seria” e “musica leggera”: meglio parlare di musica buona o meno buona… che come tutti sappiamo, pure esiste. Nei miei concerti cerco di proporre solo musiche buone, o quanto meno composizioni che ritengo tali. La drammaturgia è legata ai collegamenti tonali, dominantici, subdominantici etc. ed ai cambiamenti strategici di velocità e di ritmo. Ne risulta che, dopo alcuni minuti, uno si comincia a chiedere: “Un momento, dove siamo? È Jazz o Barocco, Romantico o Rock?”. Allora ci siamo: buona musica senza confini!».
 
L’attività concertistica ha portato Delorko ad esibirsi nelle più importanti sale da concerto della Germania e nelle principali città del mondo, con un repertorio spaziante dal barocco alla musica contemporanea.
L’ecletticità di Ratko Delorko si è manifestata anche nell’interesse per la letteratura cosiddetta “minore”, con compositori come Ladislaus Dussek e Robert Schumann dei cui lavori più misconosciuti ha pubblicato un cd. Delorko ha preso parte a numerose produzioni radiotelevisive.
La sua produzione compositiva include lavori per pianoforte, musica da camera, orchestra e live electronics: da ricordare, la raccolta pianistica “Zeitklang” (presentata in Israele), l’opera “Die Ey” (prima esecuzione: Duesseldorf, 1991), la Sonata per due pianoforti, le “Moerrfried Lieder” su liriche di Kai Metzger, l’oratorio “... später vielleicht dann die Heimkehr” su testo di Rose Auslaender, il “Concerto per pianoforte e orchestra” e “SolLaRe” per soprano, pianoforte, computer e live electronics.
Ratko Delorko è attivo anche come direttore d’orchestra: nel duplice ruolo di direttore e solista ha inciso, fra le altre cose, tre concerti per pianoforte di Mozart.
 
Per la casa “New Classic Colours” ha inciso un cd-extra (audio cd + cdRom) dal titolo “La storia del Pianoforte”, in cui viene presentata un’ampia selezione di brani appartenenti a stili ed epoche diverse, eseguiti su strumenti d’epoca originali. Da questo progetto discografico è nata la presentazione “live” in concerto, che ha suscitato l’entusiasmo della critica musicale per la ben riuscita commistione tra Arte e Tecnologia. Il successo del programma ha portato Delorko anche a tenere conferenze per la WPPC (World Piano Pedagogic Conference), OMTA (Ohio Music Teachers Association) e in numerose scuole di musica europee, americane, asiatiche e dell’Oceania.
Quando la Steinway ha celebrato il suo 150° anniversario, Delorko ha creato il programma “The Steinway history” e presentato i suoi 25 strumenti storici (su di essi, peraltro, ha pubblicamente eseguito ed inciso due concerti di Beethoven).
Un altro progetto di successo è “Jazz meets Classic”, sviluppato con il pianista jazz Christoph Spendel, di cui è disponibile un cd e un dvd.
Sempre a proposito di produzioni discografiche, devono essere ricordate ancora l’integrale delle opere di Gershwin e il live del recital chopiniano che Delorko ha tenuto alla Berliner Philharmonie.
 
In programma della serata prevede:

G.F. Händel: Fantasia in do maggiore
F. Schubert: Improvviso op. 90 n. 4
C. Corea: What Game Shall we Play Today
R. Delorko: Estratto da Zeitklang
G. Gershwin: The Three Preludes - Rhapsody in Blue - Estratto da Porgy & Bess
 
 Informazioni 
Dove: Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista - Inverno
Quando: sabato 8 ottobre 2011, ore 21.15
 

Comunicato Stampa

Pavia, 05/10/2011 (10130)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti