Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 17 ottobre 2019 (297) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 721 del 6 agosto 2000 (4046) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mariangela Gatti espone a Salice
Senza titolo di Mariangela Gatti

Materiali e colori in mostra per la personale di Mariangela Gatti che dal 17 al 23 di agosto esporrà le sue opere nella Sala delle Ninfee di Salice Terme.

Mariangela Gatti è un'artista pavese che, una volta giunta agli anni della pensione, ha finalmente potuto realizzare il sogno della sua vita: dipingere. Dopo aver studiato pittura ed incisione presso la Scuola civica d'arte di Pavia, dal '91 al '95, ha iniziato la sua carriera artistica con profonda soddisfazione personale.

La sua espressione artistica non ha confini, "voglio dare dignità pittorica a qualsiasi materiale - commenta la Gatti - e più si ribella alle mie mani più mi affascina!". La sua pittura è un impasto di di gesso, sabbia, cemento, acqua e carta, ai quali abbina qualsiasi tipo di colore, dalle tempere agli acquerelli, passando per i colori acrilici. Nel creare le sue opere la sensazione cromatica si somma a quella tattile, "il colore non è pittura di superficie - spiega l'artista - ma condensato di materie dovuto all'assorbimento del pigmento che scende e si impasta tanto da far corpo con la forma plastica".

Mariangela Gatti

Ama la materia perché ama la scultura e, anche se per motivi pratici preferisce dedicarsi prevalentemente alla pittura, non dimentica di fare del materiale, soprattutto se di recupero, il centro dell'opera stessa. Dipinge per libertà, una libertà che esprime nelle sue creazioni che risultano essere come le definisce lei stessa "libere espressioni senza condizionamenti".

Amante della natura, in particolar modo dell'acqua, si ispira ad essa per i suoi quadri, creando accostamenti cromatici freddi di estrema suggestione; mentre schiva nei confronti del grande pubblico confessa di preferire come soggetti per la sue opere i fantasmi piuttosto che le persone in carne ed ossa.

Visitando la mostra si assisterà ad una sfilata di emozioni. Secondo l'artista infatti il quadro si può definire "ben riuscito" quando riesce a trasmette le sensazioni che lei stessa provava mentre lo dipingeva. Toni solari e calde pennellate nei momenti di gioia, tonalità cupe e tratti più decisi nei momenti di angoscia... un caleidoscopio di colori frammisto a strane ed irriconoscibili forme sempre recuperate tra i materiali di scarto: un modo davvero originale di dar nuova vita agli oggetti.

 
 Informazioni 
Dove: Sala delle Ninfee, c/o Sala congressi delle vecchie terme, Salice Terme
Quando: dal 17 al 23 di agosto 2000, dalle 18.00 alle 23.00
 

Sara Pezzati

Pavia, 06/08/2000 (721)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool