Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 15 novembre 2019 (229) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Francia 2010 che delusione!
» Dalla Russia con 'cantore'
» Sanremo '06 - Il giorno dopo
» Paese che vai... musica che trovi
» Concorsi e concorrenti
» Festival di Sanremo 2005
» Polonia tra metal e kletzmer
» Guido Mazzon Torna a Pavia
» SpaziomusicaSpaziobruno
» Pavesi in India
» Satellite of love - Ultimo atto
» Novità in casa Lizard
» Chi giudica chi?
» Callegari e il remix di Silvestri
» Bergamo, Pavia, la calca e Tarkovskij
» Ma guarda un po'!
» Sanremo 2004 Luci ed Ombre
» Conversazione con Sironi
» Premiato musicista pavese
» La musica negli U.S.A

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
» Campagna Amica: tutti i giovedì a Pavia
» “Passeggia lentamente e assapora l’Oltrepò”
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 703 del 29 ottobre 2001 (3092) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
…senza esagerare..
…senza esagerare..

La stagione in corso è un po' avara di frutti tipici; i funghi che normalmente riempiono in quest'epoca le nostre tavole scarseggiano, le castagne raramente si trovano nei banchi dei mercati ed i tartufi hanno raggiunto prezzi da capogiro: per contro proliferano i siti internet dedicati al vino, alcuni fatti veramente bene, altri un po' meno.

Fa piacere notare, nel complesso, che comunque il vino desta sempre maggiore interesse: a testimonianza di ciò, anche la gara tra le reti televisive che sempre più sovente si occupano dell'argomento con servizi e programmi interamente dedicati al mondo del vino.

Da buon navigante interessato, spesso gironzolo a caccia di news e di articoli interessanti; un sito che "da sempre" parla con grande competenza di vini è, non ho alcuna esitazione a citarlo, Winereport che affronta problematiche, offre interviste a personaggi sempre molto significativi ed offre recensioni sui prodotti in commercio, avvalendosi della competente e preziosa collaborazione di Franco Ziliani, direttore marketing dell'azienda Berlucchi, persona veramente affabile che ho avuto il piacere di conoscere nel corso di una visita in Franciacorta.

"Storicamente" poco amico dell'Oltrepò pavese - pur con un briciolo di ingratitudine, dato che si "vocifera" (sottolineo che non ho mai avuto modo di verificare il fatto!!) che la nostra zona è gradito serbatoio da cui attingere uve e vini per la produzione degli spumanti bresciani - Ziliani ha scritto negli ultimi mesi un paio di articoli nei quali castiga severamente il lavoro ed anche la produzione oltrepadana.

Io sono stato sempre il primo a muovere delle critiche all'operato dei nostrani viticoltori, seppur dettate dall'amarezza di non veder primeggiare un territorio con una potenzialità spaventosamente non utilizzata al meglio: ora sono il primo difensore che vuole dire basta a questo linciaggio di gruppo... gia.

Di gruppo perché in alcuni dei neonati siti compare in bella evidenza ed in prima pagina l'articolo "Oltrepò pavese: l'eterna incompiuta" scritto appunto dal caro Ziliani; voglio sottolineare che condivido quasi in pieno le idee e le critiche mosse dall'amico Ziliani, ma quello che mi fa pensare a qualcosa di più grave, è l'utilizzo delle sue parole.

Ricevo infatti nei giorni scorsi, come tutti i colleghi sommeliers, una rivista che tratta ovviamente solo di vino, e scopro con grande piacere nel sommario che c'è un servizio di ben nove pagine sull'Oltrepò: mi sorge spontanea una considerazione: finalmente!

Finalmente sulle pagine di una rivista specializzata con il meritato spazio: vado ansioso a sfogliare le pagine finché non trovo l'inizio del servizio che mi interessa tanto e guarda un po', con che parole inizia?? Naturalmente con l'articolo scritto da Ziliani, e questo mi ha fatto non poco innervosire, non per i contenuti che già conoscevo, ma per il motivo che intravedo una volontà di affossare ancora di più l'immagine della mia terra!!

Certo che dovevano inserire un parere tanto autorevole (lo dico con profondo rispetto e non con sarcasmo!) magari non come introduzione del servizio... non è che c'è una volontà comune di non far emergere i nostri prodotti??

Se pure "brucia" un atteggiamento del genere, comunque onora poiché è il segnale che si comincia ad infastidire: se la volontà è quella di farci stare nel "nostro brodo", di non farci progredire, di rimanere il serbatoio di scorta, allora vuol dire che abbiamo intrapreso la strada giusta.

Fino a ieri regnava l'indifferenza, che è l'atteggiamento peggiore che si possa subire, sintomo di non meritare neppure la considerazione, ma se oggi si comincia a sparare a raffica vuol dire che cominciamo ad essere una realtà che un domani può togliere una fetta di mercato, magari anche consistente.

Amici produttori che avete sposato la qualità, la promozione della nostra zona, ditelo a coloro che hanno ancora dei dubbi!!

Chiudiamo i rubinetti e teniamoci la nostra materia prima che, forse, sappiamo lavorare finalmente bene.

 
 Informazioni 
 

Maurizio Villa

Pavia, 29/10/2001 (703)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool