Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 8 agosto 2020 (977) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Incontro con Roberta Preda
» Preghiera semplice d’un fiulin vegg
» Oltrepoesia
» Kairnac ‘07
» Serata Mehr
» Un dì 'd marcà
» I Pruèrbi dal Gipunàt
» Primavera
» Dì d'inverän
» La scüdela 'd lègn dal nonu
» Gh'er' una volta
» Pavia a culur
» Tramont Paves
» Gli amici dei poeti

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 3581 del 8 novembre 2005 (4904) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Poesia venne a cercarmi
La Poesia venne a cercarmi

La sezione pavese dell'Unione Italiana Ciechi ed il Comune di Pavia presentano sabato prossimo il recital "La Poesia venne a cercarmi", ultimo "parto" di Paolo Sorice.

In quest'epoca che vede tornare in auge la moda delle classifiche e delle classificazioni, con un Celentano che divinde il mondo in "rock e lento", anch'io mi permetto una distinzione delle persone in "ferme" e "in movimento".
Paolo Sorice appartiene, senza ombra di dubbio, a questa seconda categoria. E' un uomo che non conosce sosta nello scrivere, inventare, progettare, recitare, organizzare.

Il programma della serata prevede la lettura di poesie di Pablo Neruda, Federico Garcia Lorca, Jorge Luis Borges, Antonio Gala e Paolo Sorice.
Quest'ultimo, reduce dal suo ultimo lavoro letterario dal titolo "Pavia Torre d'Isola Poesia Storia Fantasia" (Ponzio Editore), sarà una delle voci recitanti, oltre ad essere l'ideatore e organizzatore, insieme all'Unione Ciechi, di questo spettacolo.
L'altra voce recitante è Yolanda Flores Chillida, nativa di Barcellona, che introdurrà i testi dei poeti maggiori in lingua madre, per dare forma ed essenza all'anima degli autori maggiori.

L'esibizione prevede la lettura di testi come "La Spiaggia" di Gala, "Il ritorno" di Lorca (entrambi di origine spagnola); "Nuda", "La Poesia", "Ho fame della tua bocca", "Se muoio sopravvivimi" e "Lentamente muore" del poeta cileno Pablo Neruda. Oltre ad un "Poema" dell'argentino Jorge Luis Borges.

Per l'occasione, ad accompagnare le letture, saranno eseguite musiche di Astor Piazzola, Erik Satie, Luiz Bonfà, Django Reinhardt, Bela Bartok, Simon & Garfunkel, Massimiliano Alloisio, ecc.. I musicisti che parteciperanno allo spettacolo sono: Massimiliano Alloisio ed Emilio Belloni alla chitarra, Alessandro Gariboldi al violino, Armando Illario alla fisarmonica (membro dei Tri Muzike, il gruppo di Moni Ovadia), Giacomo Lampugnani (che vanta collaborazioni con Paolo Fresu, Fabio Casali e Franco Brambati) al basso e alle percussioni il colombiano Pedro Cabrera.

 
 Informazioni 
Dove: Aula del Quattrocento, P.zza Leonardo Da Vinci - Pavia
Quando: sabato 12 novembre 2005, ore 21.30
 

Furio Sollazzi

Pavia, 08/11/2005 (3581)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool