Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 23 febbraio 2020 (488) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 2663 del 8 febbraio 2005 (3727) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gioielli-Pinocchio
Particolare della locandina del Pinocchio di Benigni

"Da Fo a Fellini transitando da Pinocchio" un titolo per un evento altrettanto singolare.

A proporlo è l'assessorato alla Cultura del Comune di Mede e la sua sede sarà il signorile Castello Sangiuliani... ma di che cosa si tratta?
E' una mostra interattiva che, attraverso disegni, schizzi, lavori preparatori e prototipi per gioielli-scultura, guiderà il visitatore alla visione di veri e propri gioielli "da fiaba"... Quella di Pinocchio, partendo dalla quale il disegnatore e progettista orafo Beppe Pasciutti, di origini lomelline, ha realizzato una personale collezione "a tema".

I preziosi saranno contornati da una suggestiva cornice, rappresentata non solo dall'ambientazione nelle sale del castello, ma, soprattutto, dall'accattivante scenografia che si muove su tre percorsi (che in quanto ad originalità fanno pendant con il titolo): "Mostruosità effimere per gioielli mai nati", in omaggio a Dario Fo e Franca Rame; "Fiabesche giocosità per gioie d'ornamento", omaggio al protagonista del romanzo collodiano; e "Giocosità oniriche da frammenti di pensiero per corpi da ornare"... va da sé, omaggio al grande regista Federico Fellini.

Fa da corredo alla mostra la proiezione non-stop di un filmato che vede montati in un'unica pellicola spezzoni tratti dai film di Fellini, dal "Pinocchio" di Benigni e da spettacoli teatrali di Fo.

I gioielli-Pinocchio, che arrivano dal paese di Collodi, in Toscana, e "sosteranno" a Mede fino al 6 marzo, non solo sintetizzano l'arte del loro creatore, ma costituiscono anche un eccellente esempio di arte orafa artigianale, di cui Mede e la stessa Lomellina sono oggi un importante polo di riferimento.

 
 Informazioni 
Dove: Sede Museale del Castello Sangiuliani di Mede
Quando: da sabato 13 (inaugurazione alle ore 16.00) febbraio a domenica 6 marzo 2005
 

La Redazione

Pavia, 08/02/2005 (2663)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool