Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 23 febbraio 2020 (585) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Due elefanti rossi in piazza...
» Porte Aperte
» Ad AstroSamantha la laurea honoris causa
» Mattoncinando in Cavallerizza
» Caravaggio
» 200 giorni nello spazio con la Cristoforetti
» Tutti in TV!
» Darwin Day: Evolution is Revolution
» Festival dei cori di Porana
» Vigevano Medieval Comics
» Mangialonga biologica
» SensAzioni di Appennino
» 4° Cicogna Days
» Trame di guerra Intorno al Giorno della Memoria
» Inaugurazione del 654° Anno Accademico
» Ludovico e Beatrice. Invito a Palazzo Ducale
» Dream - Festa di Ferragosto
» Convivium - Giromangiando nel borgo medioevale
» Merenda sul prato
» Lennon Memorial Concert

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 2600 del 24 gennaio 2005 (3305) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Giorno della Memoria '05
Giorno della Memoria '05

27 gennaio 1945 - 27 gennaio 2005: sessant'anni non sono e non devono essere sufficienti per dimenticare. E' per questo che in memoria di quel 27 gennaio, in cui furono aperti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, che lo stato italiano (con le legge 211/2000) ha fissato al 27 di questo mese il "Giorno della Memoria", ed per celebrare questa ricorrenza che il Comune di Pavia torna a promuovere una serie di iniziative in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari, politici e civili italiani nei campi nazisti.

Ieri è stata inaugurata a Palazzo Mezzabarba la mostra fotografica "I ragazzi ebrei di Villa Emma a Nonantola", che sarà aperta al pubblico fino a fine mese. In contemporanea, a Palazzo San Tommaso (Aula G2) è stato presentato il volume "Anni in fuga: I ragazzi di Villa Emma a Nonantola" di Josef Indig Ithai, a cura di Klaus Voigt.

Il 26 gennaio (alle ore 21.00) al Teatro Fraschini verrà messa in scena la riduzione teatrale, diretta da Marco Mattolinidi, "Se questo è un uomo", romanzo autobiografico di Primo Levi, allora partigiano, catturato e poi deportato ad Auschwitz. Nello spettacolo - che sarà replicato per le scuole il 27 gennaio (alle ore 10.30 e 14.30) - Primo Levi sarà interpretato da Nello Mascia, che ripercorrerà i tratti salienti del testo riconosciuto come una delle testimonianze letterarie più importanti, non solo dell'Olocausto, ma di tutto il '900.

Il 27 gennaio, oltre alla visita guidata per le scolaresche alla mostra "I ragazzi ebrei di Villa Emma a Nonantola", prevista per la mattinata, e agli incontri su "Le leggi razziali in Italia" e "Albert Einstein, esule antirazzista", previsti nel pomeriggio, sempre a Palazzo Mezzabarba, si faranno "QuaTtRO ChiAccHIieRE cON..." Lia Levi, scrittrice, presentata dal Presidente del Teatro Fraschini, Antonio Sacchi, in Santa Maria Gualtieri (ore 17.00); mentre in serata sarà possibile assistere allo spettacolo teatrale "I Cannibali" presso il laboratorio di Motoperpetuo (ore 21.00).

Il 28 gennaio (alle ore 17.00), presso la Sala del l'Annunciata di Piazza Petrarca, verrà invece inaugurata "Matite per la memoria", una raccolta di disegni firmati da grandi illustratori italiani e internazionali quali Alessandri, Altan, Battaglia, Bucehi, Cavandoli, Cemak, Crepax, Fasan, Ghigliano, Giannelli, Giardino, Luzzati, Nidasio, Novelli, Origone, Pariani, Quino, Sdralevich, Staino, Toppi e Valente.
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 13 febbraio 2005, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, la domenica dalle 15.00 alle 18.00.

 
 Informazioni 
 

La Redazione

Pavia, 24/01/2005 (2600)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool