Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 30 maggio 2020 (1096) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15676 del 8 luglio 2019 (528) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
"I colori della speranza"

Invitato dal festival "La Milanesiana" a dar prova della sua abilità pittorica, il famoso scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun espone i suoi dipinti nella sala bianca del Collegio Borromeo.

La mostra s'intitola "I colori della speranza" e presenta dodici opere (per lo più paesaggi astratti) dove il colore e le forme giocano un ruolo fondamentale nell'esplorazione della profondità dell'io. "Gli occhi di Ben Jelloun non sono solo quelli di uno scrittore – spiega Elisabetta Sgarbi, direttrice e anima della rassegna – Tahar ormai da qualche anno è pittore e artista figurativo di importanza internazionale".

Della mostra è disponibile un catalogo, edito dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi con testi della stessa Sgarbi, Alberto Lolli, Beatrice Buscaroli, Tahar Ben Jelloun

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Collegio Borromeo
Quando: da venerdì 5 luglio 2019 a martedì 23 luglio 2019
Orario: 9-12 e 15-19
Note:   Ingresso libero

 
 
Pavia, 08/07/2019 (15676)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool