Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 19 luglio 2018 (452) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia
» Nei Luoghi Elettroacustici
» God’s Angels in concerto
» Ultime Notti Acustiche
» Latin jazz a Romagnese
» Statuto in concerto
» Sugarpie & The Candymen
» For those I never knew
» Tim Grimm e The turning point

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» B&V: fisarmonica o clarinetto?
» Trio In Cassotto a B&V
» La Luna e l'Acqua
» Oracula Sacra
» Sagra delle Sagre Oltrepò
» Vittadini Jazz Festival
» A Pavia Barocca, Frescobaldi e il canto gregoriano
» Aspettando Vittadini Jazz Festival
» Le cose in comune
» Perepepé - Il Maestro Rolla, ambasciatore della viola
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» 1968: dieci canzoni di un anno indimenticabile!
» Ricercar Consort
» Itinerario agostiniano tra musica contemporanea e canto ambrosiano
» Coro Comolpa in Osteria presenta il suo nuovo Cd
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 15155 del 17 aprile 2018 (198) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
IRIDE Fraschini Music Festival
IRIDE Fraschini Music Festival

Joe Satriani, Mogwai, Caetano Veloso, Goran Bregovic, LP: la corte del Castello Visconteo di Pavia, uno dei monumenti più affascinanti dell'architettura tardogotica lombarda, diventa palcoscenico ideale per i più grandi artisti internazionali.
Nasce IRIDE, il nuovo Festival voluto dalla Fondazione Teatro Fraschini e dal Comune di Pavia perché sia "Musica per i Vostri Occhi".

11 luglio 2018, ore 21.15
Mogwai
Pionieri del post rock, con oltre vent'anni di attività e nove dischi di studio i Mogwai sono i primi ospiti confermati per "IRIDE Fraschini Music Festival – musica per i vostri occhi". Attivi dal 1995, istintivi, imprevedibili, spesso controcorrente, gli scozzesi Mogwai hanno creato un suono unico nel suo genere, un post-rock basato su lunghi brani chitarristici con cui hanno firmato un inconfondibile marchio post-noise-rock, un rock strumentale con rari interventi vocali che lasciano ampio spazio al muro di suoni che il quartetto di Glasgow sa sapientemente riproporre. Un sound avvolgente ed emozionale, di cui i Mogwai sono divenuti gli interpreti principali in Europa. Protagonisti dei principali Festival del vecchio continente, si esibiranno con lo sfondo tardogotico del Castello Visconteo.

13 luglio 2018, ore 21.15
Caetano Veloso
Senza dubbio uno tra i compositori più influenti del XX secolo, vincitore di numerosi Latin Grammy Award e di due Grammy, Caetano Veloso, in tour con i figli Moreno, Tom e Zeca. Compositore, cantautore e chitarrista brasiliano, Caetano Veloso è colui che, forse più di tutti, ha consegnato al futuro la musica brasiliana: partito dalla tradizione, ha mescolato la bossanova con la cultura pop, la sua passione per il cinema (Fellini su tutti) e per la letteratura (Pessoa, Proust e Oscar Wilde). Insieme a Gilberto Gil è stato padre del Tropicalismo, genere musicale che fonde in sé la tradizione brasiliana con il rock e la musica d'avanguardia. La sua carriera è molto prolifica, con oltre cinquanta dischi all'attivo: è definito uno dei più importanti cantautori del secolo, al pari di artisti come Bob Dylan, Bob Marley e la coppia Lennon/McCartney. Ha vinto nove "Latin Grammy Award", due "Grammy Award", e nel novembre del 2012 è stato premiato come "Latin Recording Academy Person of the Year".

16 luglio2018, ore 21.15
LP
Con 6 dischi di platino e un disco d'oro rispettivamente per Lost On You, per Other People e per Strange, una collezione di tutto esaurito, ukulele alla mano, voce potente, spirito underground e il fischio come un inconfondibile marchio di fabbrica, arriva, attesissima, la cantautrice newyorkese di origini italiane LP. LP, al secolo Laura Pergolizzi, ha alle spalle anni di frequentazione dell'industria musicale. Nel 2014 aveva già scritto canzoni di successo per Rihanna, Cher, Backstreet Boys e molti altri e pubblicato il primo album con una Major, Forever For Now. Ma è nel 2016 che LP scrive "Death Valley", uno EP spartiacque per la cantante e per il rock in genere. Trainato dall'ukulele, dalle graffianti chitarre acustiche e dall'indimenticabile ritornello "Baby is that lost on you?", il brano trainante dell'album, "Lost On You", ha ottenuto più di 165 milioni di visualizzazioni su Youtube oltre a 75 milioni di stream su Spotify e ha conquistato tre dischi di platino in Italia, uno in Francia, Polonia e Germania e quello d'oro in Svizzera.

20 luglio 2018, ore 21.15
Joe Satriani

Tra i chitarristi più influenti al mondo, con oltre 10 milioni di dischi venduti in tutto il globo e 15 nomination ai Grammy, in concerto con il nuovo disco "What Happens Next", il tour in onore dell'ultimo, acclamato album di studio. Dopo aver iniziato la sua carriera come insegnante di alcuni tra i principali chitarristi degli anni '80 e '90, tra cui Kirk Hammet dei Metallica e Steve Vai, Joe Satriani è stato riconosciuto a livello mondiale, sin dal suo debutto con "Surfing with the Alien", come fenomeno delle sei corde. Mick Jagger lo ha scelto, nel 1988, per accompagnarlo in tutto il mondo nel suo primo tour da solista, i Deep Purple lo hanno chiamato a suonare con loro in Europa e in Giappone nel 1995. L'anno successivo, dopo aver pubblicato numerosi dischi solisti, Joe Satriani dà vita al progetto G3, con cui intraprende un lungo tour mondiale con concerti ovunque esauriti, al fianco di Steve Vai ed Eric Johnson. "What Happens Next" è senza ombra di dubbio il disco più rock , dinamico ed energico che Satriani abbia mai scritto, nonostante i suoi 16 album di studio, 4 dal vivo e numerosissime collaborazioni.

25 luglio 2018, ore 21.15
Goran Bregovic

L'energia gitana di Goran Bregovic chiude la prima edizione di IRIDE Fraschini Music Festival. Compositore contemporaneo e musicista tradizionale, Bregovic ha firmato alcune delle colonne sonore più belle di sempre. Le sue musiche, un melting pot capaci di rispettare le tradizioni ma anche di andare oltre i muri, sono un mix unico di tradizione e innovazione. Nato a Sarajevo da madre serba e da padre croato, Goran Bregovic si avvicina al rock quando era l'unico modo per poter esprimere le proprie idee senza finire in galera. Con il suo primo gruppo, diventa l'idolo della gioventù jugoslava, pubblicando tredici album e vendendo oltre 6 milioni di dischi. Alla fine degli anni Ottanta si ritira in una piccola casa sulla costa adriatica e compone le musiche de "Il Tempio dei Gitani", il terzo film di Emir Kusturica, dando vita a un importante sodalizio con il grande registra, dal quale nascono le colonne sonore di "Arizona Dream" e "Underground". Dopo aver dato il suo contributo creando, negli anni successivi, le maestose musiche per altri film, Bregovic intraprende un nuovo e bizzarro percorso musicale, con un melting pot di musica capace di rispettare le tradizioni ma anche di andare oltre i muri, di scaldare i cuori e di animare i corpi.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Castello Visconteo
Indirizzo: viale XI Febbraio 35
Quando: nei giorni 11/07/2018 13/07/2018 16/07/2018 20/07/2018 25/07/2018
Orario: 21.15
Note:  Info e biglietti on line sul sito della manifestazione

 
 
Pavia, 17/04/2018 (15155)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool