Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 23 febbraio 2018 (661) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pavia ricorda Johann Peter e Joseph Frank
» Catalogna bombardata
» Futurismi
» Templari: storia e leggenda dei Cavalieri del Tempio
» Un capolavoro in Castello
» Era Pavia
» Emozioni in armonia
» Pavia Art Talent
» Africa da immaginario e realtà
» Da Ninive a Mosul
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» Limyè
» Tracce. Percorsi Longobardi
» Arte in Vigevano
» “Quattro X Otto = 50 anni Cifarelli SpA”
» Emilio Cavallini. Oltre la tela – Evoluzione di fibre filate di calze
» Contempora Langobardorum
» Robert Doisneau: Pescatore d’immagini
» Nextvintage d'autunno
» L’universo ad orologeria

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Una donna che scrisse il suo destino: Adelaide di Borgogna
» Costantino Nigra. L'agente segreto del Risorgimento
» Baviera. La Terra di Re Ludwig
» Dal reportage al sogno
» Catalogna bombardata
» Futurismi
» Reading: grandi testi grandi traduttori
» Templari: storia e leggenda dei Cavalieri del Tempio
» Ti dico la verità
» I vicini di Tutankhamon
» Spettri, miei compagni. Charlotte Delbo, Auschwitz e il senso della memoria
» Laviamole un pò la faccia
» Come la politica entra nelle nostre case
» Armonia della memoria
» Pomeriggio ludico
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15030 del 30 gennaio 2018 (424) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Steve McCurry. Icons
Steve McCurry. Icons

Dal 3 febbraio al 3 giugno 2018, le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospiteranno un’ampia retrospettiva dedicata al lavoro di Steve McCurry (Darby, PA, 1950), uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea.

La mostra Steve McCurry. Icons, curata da Biba Giacchetti, organizzata e prodotta da ViDi, con Civita Mostre e SudEst57 in collaborazione con la Fondazione Teatro Fraschini e il Comune di Pavia – Settore Cultura, raccoglierà oltre 100 scatti che documenteranno quanto di meglio l’artista americano ha realizzato in quarant’anni di attività.
Sarà un’esposizione che condurrà i visitatori in un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini e che toccherà paesi come l’India, l’Afghanistan, la Birmania, il Giappone, il Brasile.
Non mancherà il ritratto di Sharbat Gula, la ragazza afghana che McCurry ha fotografato nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che, con i suoi grandi occhi verdi e col suo sguardo triste, è diventata un’icona assoluta della fotografia mondiale.

Con le sue foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate – afferma la curatrice Biba Giacchettimettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità. Con le sue foto ci consente di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. La mostra inizia, infatti, con una straordinaria serie di ritratti e si sviluppa tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e d’ironia”.

All’interno del percorso espositivo sarà proiettato un video, dal titolo “Le massime di Steve McCurry”, in cui l’artista americano racconta il suo modo di intendere la fotografia e un altro filmato, prodotto dal National Geographic, dedicato alla lunga ricerca che ha consentito di ritrovare, 17 anni dopo, “la ragazza afghana” ormai adulta.

Incluse nel prezzo del biglietto saranno a disposizione del visitatore audioguide in cui lo stesso Steve McCurry descrive la nascita di 50 tra le foto esposte in mostra.
Per tutta la durata della rassegna è in programma una serie di attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini e adulti.

Una mostra “family friendly”, con un angolo per l’allattamento per le mamme, una sala didattica con accesso libero per le famiglie, un percorso creato ad hoc per i bambini, un kit didattico in omaggio da ritirare in biglietteria appositamente creato per la visita dei più piccoli. Inoltre, all’interno delle Scuderie, un’opera ad “altezza bambino” attenderà i giovani visitatori per un’esperienza immersiva a loro dedicata.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Scuderie del Castello Visconteo
Indirizzo: viale XI Febbraio 35
Quando: da sabato 3 febbraio 2018 a domenica 3 giugno 2018
Orario: mar-ven 10-13 14-18; sab dom e festivi 10-20
Note: Biglietti: intero: 12 euro, ridotto: 10 euro, scuole: 5 euro. Audioguida inclusa

 
 
Pavia, 30/01/2018 (15030)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool