Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 16 dicembre 2017 (445) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un capolavoro in Castello
» Era Pavia
» Pavia Art Talent
» Africa da immaginario e realtà
» Da Ninive a Mosul
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» Limyè
» Tracce. Percorsi Longobardi
» Arte in Vigevano
» “Quattro X Otto = 50 anni Cifarelli SpA”
» Emilio Cavallini. Oltre la tela – Evoluzione di fibre filate di calze
» Contempora Langobardorum
» Robert Doisneau: Pescatore d’immagini
» Nextvintage d'autunno
» L’universo ad orologeria
» La sovrana delle scienze
» Antologica di Carlo Zanoletti
» Flora umana
» Mente Captus
» Regine e Re longobardi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Un capolavoro in Castello
» Era Pavia
» Il nuovo volto dell'archeologia nel Vicino Oriente
» Racconto – Il contadino e il maslé
» Incontro con Laura Silvia Battaglia
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Il pranzo è servito
» Pasternak, Feltrinelli e la pubblicazione de Il dottor Živago
» I "giardini" nel Vicino Oriente antico
» Pavia Art Talent
» "A ruota libera" con Gabriella Kuruvilla
» Vigevano tra cronache e memorie
» Ultimo week end: saluto ai Longobardi
» Africa da immaginario e realtà
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14959 del 28 novembre 2017 (146) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Emozioni in armonia
Emozioni in armonia

L’arte pittorica ritorna al Castello Malaspina di Varzi. Nell’estate del 2016 ci fu Natura in Posa, che vide protagonisti i due artisti oltrepadani, Gerico (pseudonimo di Pietro Geri) e Marco Pianetta (presidente del Circolo di pittura vogherese) e la loro personale visione del mondo naturale. Ora, altre tre socie del Circolo esporranno le loro Emozioni in armonia.

Si tratta di Giulia Abatangelo, Maurizia Assanelli e Marita Dusio, artiste accomunate dalla passione per il paesaggio naturale e dall’aver avuto come maestro il pittore naturalista Marco Pianetta.

Giulia Abatangelo ha sempre trovato ispirazione nei paesaggi marini e negli incantevoli ambienti della sua terra natia, Taranto. Trasferitasi ormai da anni a Voghera, ha iniziato a trasferire su tela le atmosfere calde, ma delicate, della natura circostante.
Dal sapiente uso di colori vivaci e dalle scelte cromatiche attraenti, emergono tutta la sua allegria e la passione per la vita e per l’arte. Sotto la guida del maestro Pianetta ha imparato ad ottimizzare tecnica e sguardo interpretativo, dando vita ad opere pittoriche ricche di grandi suggestioni impressioniste.

Maurizia Assanelli è nata a Genova dove ha frequentato per un biennio l’Accademia di Belle Arti, studiando contemporaneamente filosofia e conseguendone la laurea. Docente nella scuola statale, ha contribuito alla scrittura di numerosi articoli per giornali e riviste e ha pubblicato due libri per i ragazzi, ma è la passione per le arti figurative che l’ha avvicinata all’Associazione Pittori Vogheresi e alla scuola di Marco Pianetta, offrendole la possibilità di esprimere davvero la sua creatività. Attraverso una rinnovata percezione della realtà esterna, le è stato così possibile esplorare universi sensibili di ampio respiro, interpretandoli con l’uso prevalente del colore, che delinea paesaggi reali e soggettivi come modo di “esserci” nel mondo”.        

Marita Dusio, nata e residente a Varzi, si avvicina alla pittura da autodidatta in giovane età ma è solo negli ultimi anni che riesce a coltivare questa passione, diventando poi allieva del maestro Marco Pianetta.
Immersa nei paesaggi dell’Oltrepò Pavese, se ne innamora e, conquistata da quei panorami dal fascino defilato ma ugualmente mozzafiato, ritrae la natura del territorio sotto molteplici aspetti.
Grazie a un’innata sensibilità artistica, attraverso le sue opere, riesce a trasmettere la poesia della natura, tra armonia di colori, movimenti e contemplazione. Motiva nel colore immagini suggestive colte dalle vedute straordinarie, dove boschi, radure e acque limpide si fondono nel paesaggio dando vita a un’atmosfera da sogno. Ecco allora che dalla tela si colgono l’armonia e la serenità di un tramonto, il mistero di un bosco o la fantasia di un viaggio tra colori e sensazioni… E le sue tele diventano tappa di un viaggio più ampio, che abbraccia le opere delle colleghe artiste unite anche nello scopo dell’esposizione che, in linea con la filosofia del Circolo di pittura vogherese, è quello di avvicinare il pubblico a questo meraviglioso percorso che non è solo artistico ma anche di crescita umana.

«Non vogliamo solo esporre le nostre opere, ma anche accogliere i visitatori e i loro suggerimenti per un fertile e crescente scambio artistico-formativo – spiegano le artiste organizzatrici della mostra –. Il Circolo di pittura vogherese nasce nel cuore dell’Oltrepò, dove culture, tradizioni, memorie ed emozioni s’intrecciano in una vitale sinergia di espressioni e saperi senza tempo. Dal 2012, con la presidenza del già famoso artista Marco Pianetta, aspiranti e affermati pittori hanno dato vita all’Associazione Pittori Vogheresi con l’esplicito intento di cogliere la bellezza del quotidiano, delle cose semplici che arrivano ad accarezzare l’animo umano, e di restituirla, interpretata alla luce della poesia evocata da forme, luci, ombre e colori. Le ricorrenti mostre che il Circolo organizza (con una ventina di artisti attualmente iscritti), le lezioni di pittura che offre e le visite a gallerie d’arte e musei che propone, abbracciando ogni età sensibile ed esigente in merito, sono finalizzate ad avvicinare quante più persone possibili al mondo della pittorica, puntando all’accrescimento della cultura artistica».

«Aprire gli spazi del Castello a qualcosa che sia espressione del territorio – commenta il padrone di casa, Enrico Odettiè un piacere e, a mio modo di vedere, un contributo alla valorizzazione dell’Oltrepò attraverso la creatività dei suoi abitanti, un modo per fare cultura “nel” e “del” territorio. La mostra sarà visitabile nei fine settimana e nei giorni festivi, a partire dal vernissage di sabato 2 dicembre alle 16.00, fino al 17 del mese: speriamo in un folto pubblico che abbia desiderio di conoscere un po’ meglio il nostro Oltrepò e il Castello in veste di galleria d’arte».

 
 Informazioni 
Dove: Varzi - Castello Malaspina
Indirizzo: Piazza Umberto I – via Carlo Odetti 2
Quando: da sabato 2 dicembre 2017 a domenica 17 dicembre 2017
Orario: sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Note: Vernissage sabato 2 dicembre, ore 16.00

 
 
Pavia, 28/11/2017 (14959)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool